Erogazione TFR: quali sono i tempi di attesa nel pubblico impiego?

-
21/02/2019

Quali sono i tempi di attesa per l’erogazione del TFS nel pubblico impiego e dopo quanto c’è l’obbligo della corresponsione degli interessi?

Erogazione TFR: quali sono i tempi di attesa nel pubblico impiego?

Sono un DSGA in pensione dal 1 settembre 2017 per anzianità in quanto nata il 23.03.1953 quanto riceverò là buonuscita?

I termini di pagamento sono poi differenti a seconda delle cause di cessazione del rapporto di lavoro. Il pagamento deve avvenire:

  • entro 105 giorni in caso di cessazione dal servizio per inabilità o per decesso (termine breve);
  • non prima di 12 mesi per cessazioni del rapporto di lavoro avvenute per raggiungimento dei limiti di età o di servizio (ad esempio, al termine del contratto a tempo determinato); 
  • non prima di 24 mesi dalla cessazione per tutti gli altri casi (dimissioni volontarie con o senza diritto a pensione, licenziamento, destituzione dall’impiego ecc.).

Le prestazioni sono corrisposte d’ufficio, il lavoratore non deve cioè presentare istanze particolari per accedervi. In particolare, vengono corrisposte:

  • in un’unica soluzione, se l’ammontare complessivo lordo è pari o inferiore a 50.000 euro
  • in due rate annuali, se l’ammontare complessivo lordo è superiore a 50.000 euro e inferiore a 100.000 euro (in tal caso, la prima rata è pari a 50.000 euro e la seconda alla parte rimanente)
  • in tre rate annuali, se l’ammontare complessivo lordo è superiore a 100.000 euro. In tal caso, la prima e la seconda rata sono pari a 50.000 euro e la terza è pari alla quota rimanente. La seconda e la terza somma saranno pagate rispettivamente dopo 12 e 24 mesi dalla decorrenza del diritto al pagamento della prima

In conclusione

Prendendosi l’nps, rispetto ai tempi sopra riportati ulteriori 3 mesi per la messa in pagamento, in caso di pensionamento il TFS non viene erogato prima di 27 mesi. In teoria, quindi, non dovrebbe riceverlo prima di dicembre 2019, per tutti i successivi mesi di ritardo dovrà pretendere il pagamento degli interessi.


Leggi anche: Pensioni anticipate per lavoratori precoci: entro oggi 1° marzo 2021 la domanda per la certificazione dei requisiti