Esenzione canone Rai 2020: ecco chi non deve pagare

-
30/12/2019

Ci non è tenuto al pagamento del canone Rai nel 2020? Ecco le novità della Legga di Bilancio 2020.

Esenzione canone Rai 2020: ecco chi non deve pagare

Con il 2020 ci sono delle novità anche sull’esenzione dal pagamento del canone Rai.  E’ bene sottolineare che con la Legge di Bilancio 2020 si è confermato l’importo annuale del canone pari a 90 euro anche se la platea dei beneficiari dell’esenzione di è allargata. Fino al 2019, infatti, gli over 75 esenti dal pagamento dovevano avere una soglia di reddito annua pari a  6.713,98, dal 2020 tale soglia di reddito è stata innalzata a 8mila euro.

Esenzione canone Rai, a chi spetta?

Si ricorda che per avere il dovere di pagare l’imposta non è importante se si guarda o meno la TV, è importante il possesso dell’apparecchio televisivo e sono obbligati al pagamento tutti coloro, quindi, che hanno almeno un televisore in casa, con l’eccezione di determinati soggetti che andremo di seguito ad elencare.

Possono chiedere l’esonero dal pagamento del canone RAI:

  • i nuclei familiari che non detengono alcun apparecchio televisivo in casa
  • gli over 75 che hanno un reddito non superiore a 8mila euro l’anno
  • invalidi civili ricoverati in casa di riposo
  • soggetti appartenenti ad un nucleo familiare dove già qualcuno paga il canone Rai
  • Militari delle Forze Nato che risiedono in Italia
  • Ospedali militari, case dei soldati e sale convegni militari
  • Agenti diplomatici e dei consolati
  • Rivenditori di tv
  • Negozi in cui le TV vengono riparate.


Leggi anche: Bonus affitto 2021: disponibile anche per chi paga il canone 2020 in ritardo

Si ricorda che l’esenzione non è automatica ma va presentata entro il 30 aprile per avere valore da gennaio a dicembre, entro il 31 luglio per essere esentati dal pagamento del secondo semestre dell’anno.