Esenzione ticket sanitario E02: è in arrivo una multa?

-
07/03/2020

Esenzione ticket sanitario col codice E02, c’è una soglia di reddito da rispettare, per chi non lo ha fatto arriveranno le multe? È questa la domanda a cui abbiamo risposto.

Esenzione ticket sanitario E02: è in arrivo una multa?

Come specificato già in un precedente articolo , l’esenzione ticket sanitario E02 riguarda i lavoratori disoccupati licenziati, coloro che hanno perso il lavoro. Quindi, non possono beneficiarne coloro che sono disoccupati ma non hanno mai lavorato. Inoltre, è richiesto una soglia di reddito oltre la quale non si ha diritto all’esenzione. Le Regioni stanno elaborando dei controlli con l’Agenzia delle Entrate, non solo sull’aspetto della categoria di “disoccupato licenziato”, ma anche sul fattore reddituale.

Esenzione ticket sanitario E02: la domanda di un lettore

Un lettore, dopo la pubblicazione del nostro articolo: Esenzione ticket sanitario E02: l’Asl chiede i soldi indietro

dove abbiamo evidenziato i limiti di reddito, ci scrive:

Buongiorno,  volevo chiedere un’ informazione.

Ho fatto esenzione ticket E02 nel 2018 e 2019 pur non avendo diritto perché superavo la soglia degli 11mila euro. 

Ora mi devo aspettare una multa o posso intervenire prima che mi arrivi?

Grazie

I limiti di reddito da rispettare e la multa

Le Regioni come sopra citato, stanno operando i controlli e inviando avvisi ai contribuenti che hanno presentato una dichiarazione di autocertificazione di esenzione del pagamento del Ticket sanitario non veritiera. Stanno inviando avvisi bonari con richiesta del pagamento del ticket non dovuto.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

In riferimento al limite di reddito possono fare richiesta coloro che sono disoccupati licenziati, l’esenzione è valida anche per i loro familiari facente parte dello stesso unico nucleo familiare. È previsto un limite di reddito annuo complessivo inferiore a euro  8.2631,31. Questo soglia di reddito viene incrementata sino a euro 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori euro 516,46 per ogni figlio.

Se lei ha superato questo limite, dovrà restituire la somma delle prestazioni sanitarie. Quindi, è possibile che nello svolgimento dei controlli incrociati fra i vari enti, le possa arrivare la richiesta di restituzione del ticket dovute sulle prestazioni sanitarie non pagate.

Leggi anche: Esenzione ticket sanitario E02: requisiti e reddito di riferimento, Faq aggiornate