Fattura elettronica 2019 e rischi con indicazione Iban

-
27/02/2019

Fattura elettronica 2019 e rischi connessi all’indicazione dell’Iban per il pagamento, l’ANC avvisa rischi di frode, con modifica delle coordinate.

Fattura elettronica 2019 e rischi con indicazione Iban

Fattura elettronica 2019, un dato preoccupante è stato evidenziato dal sindacato dei commercialisti (ANC) che segnala, in una nota, “casi di istituti di credito che stanno ricevendo segnalazioni di frodi conseguenti al fatto che ignoti riescono ad accedere alle fatture elettroniche emesse da soggetti fornitori di servizi, società e professionisti, modificandone le coordinate bancarie” e in casi simili “gli istituti stanno consigliando ai propri clienti, prima di autorizzare operazioni di pagamento, di verificare direttamente con il beneficiario la correttezza dell’Iban”.

Questo non è l’unico problema preoccupante, criticità anche per la detrazione dell’Iva

Fattura elettronica 2018 e criticità sulla detrazione dell’Iva

Alcuni problemi tecnici delle software house mettono a rischio il diritto alla detrazione dell’Iva: secondo quanto dichiarato da alcune di esse ai propri clienti con avviso, infatti, Sogei e Agenzia delle Entrate avrebbero messo a disposizione dei vari gestionali a pagamento solo in questi ultimi giorni le fatture di acquisto relative al mese di gennaio 2019, di fatto compromettendo il diritto alla detrazione dei contribuenti con liquidazione Iva mensile.

Fattura elettronica: una risposta dell’Agenzia riapre i dubbi

Una risposta dell’Agenzia delle Entrate fornita nell’incontro con i rappresentanti del CNDCEC il 15.01.2019 (la n. 1.1) crea confusione, con riferimento ai numerosi contribuenti che anticipano l’emissione della fattura differita alla fine di ogni mese. Si attendono chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate. Per tutte le informazioni consigliamo di leggere: Fattura elettronica 2019, ancora dubbi sulla fattura differita


Leggi anche: Pensioni, con i fondi integrativi fino a 10 anni di anticipo: ma il sistema fatica a decollare

Ricordiamo che vi è la depenalizzazione delle sanzioni per il primo semestre in caso di emissione entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica dell’Iva.