Fattura elettronica e dichiarazione Iva precompilata, le novità

-
21/10/2019

Fattura elettronica e dichiarazione Iva precompilata, il decreto fiscale contiene importanti novità in materia Iva, ecco di cosa si tratta.

Fattura elettronica e dichiarazione Iva precompilata, le novità

Fattura elettronica e dichiarazione Iva precompilata, il decreto fiscale contiene importanti novità in materia Iva. Prevede un graduale e sperimentale processo di semplificazione degli adempimenti, mettendo a disposizione dei contribuenti dal 1° luglio 2020, in apposita
area riservata, le bozze dei registri Iva e delle liquidazioni periodiche Iva, per arrivare al 2021 con la predisposizione della bozza della dichiarazione Iva per tutti i soggetti passivi residenti e stabiliti in Italia.

Emissione fattura elettronica proroga al 2020 per i soggetti del sistema tessera sanitaria

Il provvedimento contiene anche la proroga al 2020 del divieto di emissione della fattura elettronica per i soggetti tenuti all’invio dei dati al sistema tessera sanitaria; gli esercenti potranno, dal 1° luglio 2020, adempiere all’obbligo di invio dei dati al portale tessera sanitaria mediante la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati relativi a tutti i corrispettivi giornalieri.

Implementazione delle banche dati

Per la fattura elettronica, è prevista un’implementazione delle banche dati, per effetto della quale gli esercenti avranno automaticamente a disposizione i dati dei clienti finali che pagheranno con carta di credito o Pos per eventualmente emettere la fattura elettronica.

In caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento dell’imposta di bollo dovuta sulle fatture elettroniche inviate tramite il Sistema di interscambio, inoltre, l’Agenzia delle Entrate contatterà direttamente e telematicamente il contribuente, indicando l’importo dovuto con le relative sanzioni e interessi.


Leggi anche: Cashback autostrada per pagamenti e spese in caso di cantieri: come funziona e cosa fare per averlo