Fattura elettronica e liquidazione IVA mensile, scadenza 18 febbraio

-
12/02/2019

Fattura elettronica e liquidazione IVA mensile, la scadenza del 18 febbraio per emissione e liquidazione per evitare sanzioni.

Fattura elettronica e liquidazione IVA mensile, scadenza 18 febbraio

Nella prossima liquidazione Iva mensile del 18 febbraio 2019, gli operatori dovranno considerare le operazioni documentate con fattura elettronica. Tra le fatture emesse dovranno essere comprese tutte le fatture trasmesse al Sistema di Interscambio, tra cui anche quelle oggetto di un precedente invio e che, pur essendo state scartate, sono state ritrasmesse al Sistema entro 5 giorni.

Invio fattura elettronica a ridosso scadenza: i rischi

Quando l’invio è effettuato a ridosso dell’ultimo giorno utile, potrebbe accadere che lo scarto sia
comunicato oltre la data per la liquidazione o che, pur essendo esso pervenuto entro detto termine, i
cinque giorni per il re-invio portino a eseguire la trasmissione dopo la scadenza per la liquidazione. In
questi casi, occorre comunque tenere conto dell’imposta dovuta, ancorché la fattura sia
ritrasmessa allo Sdi dopo il termine di liquidazione, in quanto la fattura ritrasmessa è sempre
quella originaria, visto che il sistema ne tiene memoria.

Fatture differite

In assenza di diverse indicazioni, il termine del 18 febbrio 2019 vale anche per le fatture differite, la cui emissione può avvenire, al più tardi, entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni (cessioni di beni supportate da documento di trasporto oppure prestazioni di servizi corredate da idonea documentazione).

Fatture ricevute

Per le fatture ricevute, non dovrebbero presentarsi problemi particolari. Infatti, è sufficiente aver ricevuto la fattura entro il 15 febbraio 2019 e averla registrata entro lo stesso termine, per poter esercitare il diritto alla detrazione della relativa imposta. Pertanto, per il cedente/prestatore, si considera regolare l’emissione del documento (durante il periodo di moratoria) entro il termine per la liquidazione (di regola, il 16 del mese successivo a quello di riferimento dell’operazione). Per il destinatario della fattura rileva invece la ricezione e registrazione entro il 15 del mese successivo a quello dell’operazione.


Leggi anche: Canone RAI, per chi evade multa da 600 euro e rischio carcere