Fattura elettronica e scheda carburante, i chiarimenti delle Entrate

Fattura elettronica: l’Agenzia delle Entrate, ha chiarito alcuni dubbi sull’emissione della fattura elettronica e i carburanti. I chiarimenti sono avvenuti  durante un incontro con l’Ordine dei consulenti del lavoro che si è tenuto il 27 settembre 2018, ha affermato che è possibile emettere fattura elettronica anche per le cessioni di benzina e gasolio al distributore, pur in presenza di scheda carburante fino al 31.12.2018.

In caso di fattura emessa per conto del fornitore è possibile indicare, liberamente, l’indirizzo di destinazione che può
essere quello del cliente emittente, del terzo o del fornitore.

Inoltre, è necessario compilare sempre il campo codice destinatario anche se è indicata la casella Pec. 

Per tutte le informazioni sulla fattura elettronica, consigliamo di leggere: Fattura elettronica obbligatoria dal 1° gennaio 2019: vantaggi e svantaggi, tutte le novità

Scheda carburante e fattura elettronica

La scheda carburante dal 1° luglio 2018, verrà sostituita dalla fattura elettronica, ma l’obbligo non è per tutti. Gli acquisti di carburanti per autotrazione, se ad effettuarli sono “privati consumatori”, continueranno ad essere esonerati dall’obbligo di certificazione fiscale mediante scontrino o ricevuta. L’obbligo rimane per l’esercente l’impianto di distribuzione che dovrà provvedere alla memorizzazione elettronica e alla trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi all’Agenzia delle Dogane.

scheda carburante fattura elettronica

Tale adempimento sarà limitato, in fase di prima applicazione, alle cessioni di benzina e gasolio effettuate da operatori che gestiscono impianti di distribuzione stradale ad elevata automazione. In seguito l’obbligo sarà esteso a tutte le categorie di operatori.

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.