Fattura elettronica quella cartacea non sparirà, tutte le novità

Nonostante l’avvento della fatturazione elettronica, la fattura cartacea non sparirà perché sarà ancora utilizzata nel caso di anticipo fatture, ottenendo dalla banca un finanziamento a breve, per verificare l’acquisto e programmare i pagamenti, in caso di insolvenza del cliente, fornendola al legale per avviare la procedura del decreto ingiuntivo, o come fattura accompagnatoria per determinate operazioni commerciali.

Fattura elettronica i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Fattura elettronicaCon la circolare 2.07.2017, n. 13/E, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla fatturazione elettronica. In particolare è stato specificato che la data di emissione della fattura è quella riportata nel campo “data” della sezione “dati generali” del file Xml. La fattura è considerata emessa nel momento della trasmissione del file al Sdi; nel caso di scarto, l’emittente ha 5 giorni per trasmettere la fattura corretta. In fase di prima applicazione, non saranno sanzionati ritardi minimi nell’emissione della
fattura, purché l’Iva sia stata liquidata correttamente.

Chiarimenti sono forniti anche sull’anticipazione della fattura elettronica per le cessioni di carburante al 1.07.2018, che riguarda solamente le cessioni di carburanti destinate all’impiego per autotrazione. Sono pertanto escluse le cessioni di carburanti diversi dalla benzina e gasolio e le cessioni di carburanti destinati ad altri usi.

Leggi anche: Fattura elettronica carburanti, l’Agenzia spiega chi è obbligato e come adeguarsi, le ultime novità

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”