Finanziamenti: quanti se ne possono avere e come ottenere il saldo e stralcio del debito

-
14/03/2020

Qual è limite massimo dei finanziamenti che si possono sottoscrivere? Cosa si rischia con più finanziamenti?Come ottenere la ristrutturazione del debito con il saldo e stralcio?

Finanziamenti: quanti se ne possono avere e come ottenere il saldo e stralcio del debito

Tante le famiglie che si sono indebitate per coprire i bisogni familiari, sottoscrivendo più di un finanziamento. I beneficiari di questo incremento di prestiti personali sono stati gli istituti di credito e le società di finanziamento, le quali hanno visto lievitare le richieste di credito. Una delle domande più frequenti sulla stipula di un contratto di prestito, riguarda il numero dei prestiti che una persona può sottoscrivere.

Finanziamenti: le varietà di prestito

Innanzi tutto, prima di addentrarci nella classifica dei prestiti presenti nel mercato, è bene sapere che la sottoscrizione di un prestito varia in virtù di determinati elementi, quali: importo, durata, garanzie e pagamento. Esistono, quindi, varie tipologie di prestito, quali:

  • il mutuo, è un contratto usato dai clienti per coprire i costi relativi all’acquisto di un immobile. Il mutuo è un finanziamento che il cui tasso di interesse varia in virtù del contratto, infatti, troviamo mutui a tasso fisso o variabile. Solitamente la sottoscrizione di questo prodotto finanziario richiede delle garanzie che salvaguardano l’istituto di credito nel caso d’insolvenza del mutuatario;
  • finanziamento prestito personale, è un prodotto finanziario che viene concesso senza particolare obbligo di specifica della destinazione delle somme di denaro, quindi, viene utilizzata dai clienti per coprire varie bisogni.  Solitamente, il prestito personale viene sottoscritto a un tasso di interesse molto più alto rispetto al muto;
  • cessione del quinto dello stipendio, rientra nei prestiti personali, con la sola variante che il tasso di interesse è molto ridotto, in quanto, l’istituto di credito preleva la rata attingendo dalla pensione o dallo stipendio. In sostanza, questo prodotto finanziario falcia il possibile rischio d’inadempimento del cliente.


Leggi anche: Pensioni anticipate e Legge di bilancio 2021: si punta al contratto di espansione oltre ad APE sociale e Opzione Donna

Finanziamenti: quanti se ne possono avere?

È possibile sottoscrivere più di un finanziamento, poiché non esiste un vero “limite”. Tuttavia, è fortemente sconsigliato sottoscrivere più di un finanziamento per evitare il sovraindebitamento, che porta all’insolvenza del debito. In sostanza, si potrebbe rischiare di non riuscire a pagare le rate e a far fronte ai debiti assunti. In linea generale, gli istituti di credito non autorizzano un finanziamento se il cliente ha superato la soglia d’indebitamento dell’1/3 dello stipendio. A titolo informativo, rammentiamo che anche in caso di ritardo di una o più rate si finisce nell’elenco di cattivo pagatore Crif (Centro rischi di intermediazione finanziaria).

Nel caso in cui è presente una critica condizione di sovraindebitamento, la normativa prevede l’esdebitazione del debito o il “saldo e straccio”.

Finanziamento: saldo e straccio del debito

Si tratta di una norma introdotta nel 2018, la quale interviene a favore del debitore che dimostra con prova di trovarsi in uno stato di forte disagio economico. In sostanza, il debitore attraverso la procedura di saldo e stralcio tramite preventivo accordo con il creditore, può pagare un’unica soluzione ridotta che va a copertura del saldo del debito.

Finanziamento: l’esdebitazione del debito

Si tratta di una soluzione fruibile dal consumatore, il cui debito non è riconducibile all’attività d’impresa o professione. Nel caso in cui è presente una forte crisi finanziaria, è possibile utilizzare la procedura che porta a un piano di ristrutturazione debitoria da esibire ai creditori.