Finanziamento senza busta paga: a chi rivolgersi?

Il punto di riferimento per richiedere un prestito senza busta paga è le Poste Italiane. Ecco il perchè

A causa dell’instabilità lavorativa causata dalla ormai persistente crisi in Italia, si ha sempre più la necessità di richiedere un finanziamento per cercare di far fronte non solo a spese straordinarie, ma molto più spesso a spese ordinarie per l propria famiglia.

Oggi un punto di riferimento per richiedere un prestito anche senza busta paga è le Poste Italiane, poiché assicura una serie di servizi che consentono l’accesso al credito anche senza una retribuzione fissa dimostrabile.

Banco Posta: finanziamento senza busta paga

Tutti gli istituti di credito per concedere un finanziamento richiedono certezze dal punto di vista reddituale, quindi, come prima garanzia per accertarsi della stabilità economica del richiedente richiedono la busta paga. Le Poste Italiane, invece, vanno incontro proprio a quelle persone che non hanno una stabilita economica dimostrabile, offrendo dei servizi che arrivano a concedere fino a 30.000 euro di finanziamento. Le Poste Italiane offre una serie di servizi con cui concedono prestiti da 1.000 euro a 70.000 euro restituibili con un minimo di 12 rate fino a un massimo di 120 rate in base alla somma richiesta e il tasso d’interesse applicato.

Garanzia oltre alla busta paga

Le Poste Italiane non richiedono la busta paga ma altri tipi di garanzia come ad esempio la firma di un garante.

La funzione del garante consiste nell’intervenire nel pagamento delle rate qualora il titolare del finanziamento avesse difficoltà. La documentazione da presentare come garanzia riguarda quindi il garante. La documentazione può essere: possesso di immobili, cedolino della pensione o la busta paga. Un ulteriore verifica effettuata dalle poste italiane è la verifica dell’assenza del garante nella lista dei cattivi pagatori o dei protestati, solo se tale verifica sarà negativa verrà erogato il prestito.

Prestiti per pensionati, è possibile richiedere la Cessione del quinto sulla pensione?

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.