Imu e Tasi: taglio sanzioni e interessi con ravvedimento operoso, le novità

-
30/11/2019

Si segnalano importanti modifiche che vanno dal ravvedimento operoso per Imu e Tasi e agevolazioni per pagamenti elettronici, ecco tutte le novità.

Imu e Tasi: taglio sanzioni e interessi con ravvedimento operoso, le novità

Si segnalano importanti modifiche che vanno dal ravvedimento operoso per Imu e Tasi e agevolazioni per pagamenti elettronici. Tali modifiche sono approvate in Commissione Finanze della Camera al decreto fiscale (D.L. 124/2019) che è in attesa di essere convertito in legge.

Le principali modifiche apportate

Le modifiche approvate in commissione, riguardano:

  • Ravvedimento operoso esteso anche per i tributi locali (Imu e Tasi).
  • Estensione del credito d’imposta  del 30 per cento sulle commissioni bancarie; l’estensione riguarda anche i pagamenti effettuati con smartphone o con altre forme di moneta elettronica. l’importante che i pagamenti siano tracciabili.
  • Scontrino unico e semplificazione degli adempimenti dei corrispettivi per artigiani e commercianti che accettano pagamenti tracciati con prepagate, bancomat o carte.

Ravvedimento operoso per errori nel modello 730, le novità

Modifiche apportate al decreto legge 

Tra le modifiche proposte al decreto legge collegato alla legge di Bilancio 2020 si evidenzia quanto segue:

  • un nuovo termine ultimo per l’invio del 730, ossia il 30 settembre, e l’ampliamento della possibilità di utilizzare tale modello per i soggetti che percepiscono redditi di lavoro autonomo occasionale o redditi fondiari, anche se non sono più dipendenti o non sono in pensione;
  • la proroga al 1° luglio 2020 dell’avvio della lotteria degli scontrini e l’eliminazione delle sanzioni per i commercianti che negano la possibilità di accedere alla lotteria, sostituendola con un’analisi del rischio di evasione;
  • la possibilità di utilizzare un unico sistema per chi accetta pagamenti con sistemi evoluti d’incasso tramite pagamento elettronico. Non saranno più necessari un Pos e un registratore telematico di cassa.


Leggi anche: Pensioni, pagamento anticipato di febbraio 2021: si parte il prossimo 25 gennaio