Imu ridotta al 50% per immobili in area inquinata, casa inagibile e contratto comodato uso gratuito, le novità

-
06/12/2019

Riduzione Imu una recente sentenza dichiara il 50% in meno se l’immobile è in area inquinata. La riduzione anche se la casa è inagibile o con contratto comodato uso gratuito.

Imu ridotta al 50% per immobili in area inquinata, casa inagibile e contratto comodato uso gratuito, le novità

Imu ridotta su immobili situati in area inquinata, a stabilirlo la sentenza della Commissione tributaria provinciale di Salerno la numero 3723/2019. Secondo la Commissione tributaria provinciale di Salerno con la sentenza numero 3723/2019, stabilisce che la presenza documentata di un alto tasso di inquinamento può comportare la riduzione del valore di un’area edificabile anche ai fini Imu, raggiungendo la misura di circa il 50 per cento rispetto al valore riportato nel piano regolatore dall’ente comunale, in quanto non aggiornato alla situazione reale. Analizziamo altri casi che prevedono la riduzione della base imponibile ai fini Imu del 50 per cento: abitazione inagibile e contratto di comodato d’uso gratuito. 

Imu ridotta al 50% per abitazione inagibile

Un altro caso che permette la riduzione dell’Imu è quando l’immobile è inabitabile o inagibile. La legge infatti, stabilisce che per gli immobili che non posso essere utilizzati in nessun modo e quindi sono dichiarati inagibili e inabitabili, possono ottener una riduzione della base imponibile ai fini IMU del 50 per cento. L’inagibilità deve essere dimostrata. Per approfondimenti, abbiamo trattato l’argomento in quest’articolo: Imu su casa inagibile, va pagata?

Agevolazioni Imu nel comodato gratuito

L’Imu sugli immobili concessi in comodato uso gratuito ad un parente di primo grado, sono agevolati con una riduzione del 50 per cento della base imponibile. Per poter fruire dell’agevolazione bisogna rispettare alcune regole previste dalla normativa vigente. Nello specifico bisogna rispettare i seguenti requisiti:


Leggi anche: Naspi pagamento Inps di gennaio 2021: che giorno arriva la disoccupazione

  1.  Il contratto di comodato d’uso gratuito deve essere registrato;
  2. colui che da l’immobile in comodato deve possedere, oltre il bene in questione, un solo altro immobile in Italia ubicato nello stesso Comune;
  3. Colui che da l’immobile in comodato gratuito, inoltre, deve risiedere e dimorare nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in uso gratuito.

Solo con queste condizioni si può ottenere la riduzione della base imponibile ai fini IMU del 50 per cento.

Abbiamo trattato l’argomento in quest’articolo: Sconto IMU per comodato uso gratuito: cosa accade se si possiede immobile in altro comune?