In pensione a 58 anni: quali misure lo permettono?

-
19/09/2019

Quando è possibile accedere al pensionamento indipendentemente dall’età e rispettando solo il requisito contributivo?

In pensione a 58 anni: quali misure lo permettono?

Non sempre è possibile andare in pensione se non si è in possesso dei requisiti anagrafici, ma ci sono delle misure che permettono il pensionamento indipendentemente dall’età se si è in possesso di un requisito contributivo minimo. Vediamo nel dettaglio quali sono le misure che permettono il pensionamento anche in giovane età e cosa richiedono.

In pensione a 58 anni

Una nostra lettrice ci chiede:

Buongiorno mi chiamo A. ho 50 anni e vorrei sapere se posso andare in pensione a 58 anni. Sto lavorando Attualmente.

Purtroppo la signora A. non ha specificato di quanti anni di contributi è in possesso e proprio per questo motivo non possiamo rispondere in modo preciso alla sua domanda e ci limiteremo, quindi, a riassumere quali prestazioni permettono il pensionamento con soltanto 58 anni di età.

L’opzione donna, ad esempio, permette il pensionamento a 58 anni per le lavoratrici dipendenti (per le autonome ne sono richiesti 59) che abbiano maturato almeno 35 anni di contributi. L’accesso alla pensione, attualmente, è consentito solo a coloro che hanno compiuto i 58 anni e maturato i 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2018. Non si è ancora a conoscenza se la misura verrà prorogata, quindi con la norma attualmente in vigore la signora A. non può pensionarsi con l’opzione donna.

Indipendentemente dall’età si può accedere al pensionamento se si è in possesso di 41 anni e 10 mesi di contributi (per gli uomini è richiesto un anno in più) con la pensione anticipata.

In alternativa è possibile il pensionamento senza un limite anagrafico se si appartiene ai lavoratori precoci, con 12 mesi di contributi versati prima del compimento di 19 anni, con 41 anni di contributi ed appartendo ad uno dei profili tutelati: disoccupati, caregiver, invalidi, gravosi e usuranti.