In pensione a 67 anni o con la quota 100, cosa conviene?

-
20/02/2019

in pensione a 66 o 67 anni? Cosa conviene maggiormente? La scelta spetta al lavoratore prendendo in considerazione diversi fattori, vediamo quali.

In pensione a 67 anni o con la quota 100, cosa conviene?

Estimatissimi, chiedo se mi conviene accettare la formula quota cento o vecchiaia.

Il primo febbraio 2020 maturo la vecchiaia.
Nel 2019 ho 66 anni e 38 di contributi maturati come dipendente Asl.
Grazie
 
Sinceramente a livello di assegno pensionistico cambia davvero poco, si può parlare di un massimo di 30/40 euro mensili in più se arriva alla pensione di vecchiaia a 67 anni. La scelta se accedere alla pensione con quota 100 ad aprile 2019 o accedere alla pensione di vecchiaia con decorrenza marzo 2020, quindi deve essere essere soltanto sua prendendo in considerazione l’anno in più di lavoro, i contributi in più versati, l’anno in meno di pensione percepito e la differenza minima sull’assegno pensionistico.

Io capisco che dopo 38 anni di lavoro 12 mesi in più sono tanti e, se fossi al suo posto la mia scelta sarebbe piuttosto scontata: riposo il prima possibile. Ma come le ho detto, la considerazione deve essere solo sua. La quota 100, nel calcolo dell’assegno pensionistico non prevede penalizzazioni se non sui contributi non versati in quegli 11 mesi di contributi non versati.