In pensione con 42 anni di contributi nel 2018: tutte le alternative possibili

-
26/07/2018

Con 42 anni di contributi nel 2018 quali sono le alternative di pensionamento?

In pensione con 42 anni di contributi nel 2018: tutte le alternative possibili

Un nostro lettore che ha 42 anni di contributi ma un’età molto giovane (soltanto 56 anni) ci chiede quali sono le sue possibilità di accedere alla pensione. In questo articolo elencheremo quelle che sono le possibilità di pensionamento per coloro che hanno 42 anni di contributi nel 2018.

Innanzitutto chiariamo al nostro lettore, che rientra nella categorie del lavoratori precoci, che se è disoccupato, invalido, caregiver, usurante o gravoso può accedere immediatamente alla pensione quota 41 per i lavoratori precoci. 

Se non rientra nelle categorie tutelate dei lavoratori precoci, vediamo quali sono le alternative. Nel 2018 per accedere alla pensione anticipata occorrono 42 anni e 10 mesi per gli uomini (e 41 anni e 10 mesi per le donne): se nel corso del 2018 riesce a maturare i 42 anni e 10 mesi di contributi versati potrà richiedere la pensione anticipata già quest’anno.

pensione-anticipata-disabiliSe, invece, non riesce a centrare il requisito dovrà subire l’aumento dell’età pensionabile previsto dal 1 gennaio 2019 per l’adeguamento alla speranza di vita Istat che porterà la pensione anticipata a 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini (e 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne). Se il nostro lettore possiede ad oggi 42 anni di contributi centrerà senza alcun ombra di dubbi i requisiti della pensione anticipata nel 2019 con i 43 anni e 3 mesi di contributi.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]