In pensione con 42 anni e 5 mesi: devo attendere i 62 anni?

-
29/10/2018

Occorre aspettare i 62 anni di età anche se si è in possesso dei contributi per accedere alla pensione anticipata?

In pensione con 42 anni e 5 mesi: devo attendere i 62 anni?

Buongiorno,
Avrei un quesito da porvi: 
Ho 59 anni , per cui lavoratore molto precoce, e 42 anni e 5 mesi di contributi. Ho anche avuto un infarto a 47 anni.
Ma se devo aspettare di avere 62 anni di età per andare in pensione devo versare contributi per 45 anni ?!
Anticipando sarò penalizzato in termini di assegno pensionistico ?
Grazie

 

Lei può accedere alla pensione con l’anticipata con le regole della legge Fornero, ovvero, essendo uomo, con 43 anni e 3 mesi di contributi nel  2019 (se sarà bloccato l’aumento dell’età pensionistica di 5 mesi per l’accesso alla pensione anticipata potrà accedervi con i requisiti in vigore nel 2018, ovvero 42 anni e 10 mesi per gli uomini, visto che il governo ha avanzato questa ipotesi in attesa di approvare la pensione con 41 anni di contributi per tutti).

Non le servirà, quindi, di attendere il compimento dei 62 anni di età poichè l’entrata in vigore della quota 100 non metterà a rischio la possibilità di lasciare il lavoro con la pensione anticipata indipendentemente dall’età. Non subirà alcuna penalizzazione sull’assegno anticipando la pensione che le verrà calcolata sugli anni di contributi effettivamente versati in base al sistema a lei spettante: Come si calcola la pensione con il calcolo contributivo e retributivo, confronto e convenienza.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]