In pensione con 53 anni di età: quali possibilità ci sono?

Buongiorno, ho letto il vostro articolo sulle pensioni quota 100, ma io, che a 53 anni ho già 38 anni di contributi, devo lavorarne ancora 9?!!!

 

Ovviamente sarebbe assurdo per lei che a 53 ha già 38 anni di contributi chiedere di compiere i 62 anni per accedere alla pensione con la quota 100 con 47 anni di contributi.

Per lei e per tutti quelli come lei che hanno iniziato a lavorare in giovanissima età ci sono altre soluzioni di pensionamento che esulano dalla quota 100.

Da una parte c’è la quota 41 dei lavoratori precoci cui potrebbe accedere al raggiungimento dei 41 anni e 5 mesi di contribuzione se appartenesse ad una delle categorie tutelate (caregivers, disoccupati, invalidi, usuranti e gravosi). Se non potesse accedere alla quota 41, però potrebbe sempre accedere alla pensione anticipata al raggiungimento dei 43 anni e 3 mesi di contributi tra poco più di 5 anni.

Il governo, inoltre, ha avanzato l’ipotesi di varare la pensione con 41 anni di contributi per tutti nel 2020: in questo caso potrebbe accedere alla pensione, se la misura venisse attuata, non appena raggiunge i 41 anni di contributi.

Come vede, quindi, non è costretto a lavorare ancora per 9 anni ma ci sono diverse soluzioni per lasciare il lavoro prima del compimento dei 62 anni.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]

In pensione con 53 anni di età: quali possibilità ci sono? ultima modifica: 2018-11-10T06:59:14+00:00 da Redazione NotizieOra

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.