In pensione con 54 e 56 anni dal 2019: quali sono le possibilità di uscita?

-
06/11/2018

Quali possibilità di pensionamento per chi ha iniziato a lavorare in tenera età e non ha convenienza nell’attendere i 62 anni richiesti per la quota 100?

In pensione con 54 e 56 anni dal 2019: quali sono le possibilità di uscita?

  1. Ho 54 anni e 38 anni di contributi quando dovrei andare in pensione?? 
  2. Salve volevo sapere un informazione : io ho 56 anni e ho 36 anni di contributi  quando posso andare in pensione? Ho iniziato a lavorare a 15 anni

Entrambi i lettori che ci scrivono rientrano nella categoria dei lavoratori precoci avendo iniziato a lavorare in giovane età e vantando entrambi almeno 12 mesi di contributi effettivi versati prima del compimento dei 19 anni di età. In teoria, se appartenessero ad una delle categorie tutelate potrebbero rientrare nella quota 41 dei lavoratori precoci.

Quota 41 precoci: chi vi rientra?

Per rientrare in questo tipo di pensionamento, che dal 2019 richiederà 41 anni e 5 mesi di contributi, oltre ai 12 mesi di contributi versati prima del compimento dei 19 anni c’è bisogno di appartenere ad una delle seguente categorie:

  • lavoratori dipendenti in stato di disoccupazione per cessazione del rapporto di lavoro a seguito di licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale e che non percepiscono più da almeno tre mesi la prestazione per la disoccupazione loro spettante;
  • lavoratori dipendenti ed autonomi che assistono al momento della richiesta e da almeno sei mesi il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità (ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104);
  • lavoratori dipendenti ed autonomi che hanno una riduzione della capacità lavorativa, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile, superiore o uguale al 74%;
  • lavoratori dipendenti addetti a lavori usuranti (articolo 1, commi 1, 2 e 3, del decreto legislativo 21 aprile 2011, n. 67);
  • lavoratori che svolgono da almeno sei anni in via continuativa una delle attività gravose.

Se, quindi, entrambi i nostri lettori rientrano in una di queste categorie possono accedere alla pensione non appena matureranno i 41 anni e 5 mesi di contributi con la quota 41.

Alternative di pensionamento

Le alternative di pensionamento sono il raggiungimento dei requisiti necessari per accedere alla pensione anticipata che, dal 2019, necessita di 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne.

Il governo, inoltre, ha in programma di attuare la pensione con 41 anni di contributi per tutti indipendentemente dall’età (se ne dovrebbe parlare dopo il 2020) e in questo caso entrambi i nostri lettori potrebbero accedervi alla maturazione dei 41 anni di contributi.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]