In pensione con contributi di mobilità e disoccupazione, sono utili?

-
07/03/2020

Pensione anticipata con contributi di mobilità e disoccupazione, sono utili e quale misura mi permette di lasciare prima il lavoro? Ecco alcuni chiarimenti

In pensione con contributi di mobilità e disoccupazione, sono utili?

Tante le preoccupazioni quando si è vicini alla pensione e anche quando si perde il lavoro  e si è troppo giovani per la pensione e troppo avanti con l’età per nuovo lavoro. Quindi, si cerca la misura pensionistica anticipata che permette di andare in pensione considerando anche i contributi figurativi per mobilità e disoccupazione (Naspi). 

Pensione con contributi di mobilità e disoccupazione

Buongiorno, io ho 55 anni. 22 anni di contributi e 3 anni di mobilità. Volevo sapere se e quando c’ è la possibilità che io vada in pensione.

Non ho più ritrovato un lavoro decente

Pur avendo tanta voglia di lavorare, grazie.

A.P.

Pensionamento con la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata

Un’età di 55 anni è un parametro anagrafico troppo giovane per la pensione, anche se esiste una misura che permette l’anticipo dieci anni prima dell’età pensionabile, quindi a 57 anni. Si tratta della Rendita Integrativa Temporanea Anticipata (RITA), che per i lavoratori inoccupati di lunga durata, prevede un anticipo di 10 anni e un requisito contributivo di minimo 20 anni, sono validi i contributi versati a qualsiasi titolo (obbligatori, volontari, figurativi, da riscatto). Quindi, rientrano nel diritto e nel calcolo anche i contributi figurativi accreditati per il periodo di mobilità.

Non tutti possono accedere alla RITA, bisogna aver aderito ad un fondo previdenziale pensionistico almeno da 5 anni prima.

La domanda di rendita anticipata dovrà essere inviata direttamente al fondo e non all’Inps.

Ho trattato molte volte quest’argomento e ho redatto personalmente una guida con tutti i requisiti, la può leggere qui: Pensionamento con la RITA: requisiti, aspetto fiscale e convenienza, guida completa

Riepilogando, lei può aderire a questa misura, quando avrà maturato il requisito anagrafico solo se per tempo ha aderito ad un fondo pensione da almeno  anni. La convenienza è maggiore in base agli anni versati nel fondo, più anni oltre i  5 obbligatori, risultano versati più conviene è la rendita pensionistica. 

Diversamente, per poter andare in pensione deve attendere l’età di 67 anni con un minimo di 20 anni di contributi


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19