In pensione con quota 100 come e quando e non solo somma

Quota 100, contributi richiesti e alternative di uscita quando non se ne è in possesso.

La quota 100, come spesso abbiamo ricordato non prevede la possibilità di accesso sommando età anagrafica e contributiva senza rispettare i paletti imposta dalla normativa che la regola. La misura, infatti, impone un’età minima e un minimo di contributi da maturare per l’accesso alla pensione. 

Quota 100 non è una semplice somma

Un nostro lettore ci chiede: “Buongiorno ho 63 anni e 37 di contributi, posso usufruire della quota 100? E se è si cosa devo fare grazie”.

Per accedere alla quota 100, come abbiamo scritto sopra, occorre rispettare età anagrafica e contributiva minime imposte dalla normativa che richiede:

  • almeno 62 anni
  • almeno 38 anni di contributi

I requisiti per accedere alla misura vanno rispettati entrambi e, nel suo caso, pur superando i 62 anni richiesti, non è in possesso dei 38 anni di contributi necessari per accedere alla misura. La soluzione? Aspettare il prossimo anno, quando maturerà i 38 anni di contributi e potrà accedere alla quota 100 con 64 anni di età.

Leggi anche: Ultime notizie pensione quota 100: no alla somma età e contributi

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.