In pensione subito a 65 anni, ecco quando è possibile

-
14/03/2020

Quale possibilità di pensionamento per un lavoratore disoccupato con 65 anni di età? Vediamo cosa permetterebbe il pensionamento subito.

In pensione subito a 65 anni, ecco quando è possibile

Ci sono diverse misure che permettono il pensionamento prima dei 67 anni, ma non tutti possono accedervi per mancanza di requisiti. Come ne caso del nostro lettore che ci chiede: Ho 65 anni e 30 anni di contributi. Non lavoro dal 2016 . Quando vado in pensione?

Pensione a 65 anni

Nel suo caso, se ha fruito dell’indennità di disoccupazione dopo la fine del lavoro, potrebbe accedere alla pensione, fin da subito con l’Ape Sociale. Questa misura, infatti, per i lavoratori disoccupati richiede:

  • almeno 63 anni di età
  • almeno 30 anni di contributi
  • che la cessazione del lavoro, a seguito di licenziamento, abbia portato alla fruizione dell’indennità di disoccupazione
  • che il lavoratore abbia terminato di fruire della Naspi spettante da almeno 3 mesi

Se la cessazione del rapporto di lavoro, poi, è derivata dalla scadenza di un contratto a termine, è necessario che il lavoratore possa vantare almeno 18 mesi di lavoro nei 36 mesi precedenti. Se la cessazione del rapporto di lavoro è avvenuta a seguito di dimissioni, invece (a meno che non siano state per giusta causa), non avendo fruito dell’indennità di disoccupazione non spetta l’accesso alla misura che richiede, appunto, perdita del lavoro involontaria (e le dimissioni sono volontarie).

Esaminiamo il suo specifico caso: se nel 2016 è stato licenziato e ha fruito dell’intera indennità di disoccupazione spettante, può presentare domanda di pensione con Ape sociale fin da subito.

Se, invece, è rimasto disoccupato per scadenza di contratto a termine, per poter fruire della misura è necessario che nei 36 mesi che hanno preceduto la cessazione abbia lavorato, come dipendente, almeno 18 mesi. 

Se, ancora, è rimasto disoccupato per cessazione di attività di autonomo, libero professionista o collaboratore, purtroppo, la pensione con l’Ape sociale non le spetta e, con i contributi in suo possesso per accedere alla quiscenza dovrà, necessariamente, attendere il compimento dei 67 anni per la misura di vecchiaia che richiede almeno 20 anni di contributi.