Incentivi per veicoli elettrici e disincentivi paralleli

La legge di bilancio 2019 ha predisposto incentivi per l’acquisto di auto ecologiche e disincentivi per auto inquinanti. Vediamo nel dettaglio

Con la legge di Bilancio 2019 e precisamente con il comma 1031 e quelli seguenti si regolarizzano gli incentivi che promuovono la mobilità green.  Gli incentivi riguardano dall’acquisto di auto elettriche o ibride, ma ci sono anche ecotasse per l’acquisto di auto inquinanti. Gli incentivi sull’acquisto di auto ecologiche sono sconti sul prezzo di acquisto.

Incentivi per auto ecologiche

Per le auto acquistate in Italia e immatricolate dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021 di categoria M1, cioè veicoli al massimo di 8 posti più il conducente, e con un prezzo di listino inferiore a 50.000 euro, IVA esclusa è riconosciuto un contributo che vari a seconda del possesso o meno di un’auto da rottamare e delle emissioni inquinamenti.

Nel caso in cui si consegna per la rottamazione, nel momento dell’acquisto, un veicolo della stessa categoria dell’auto nuova e che sia euro 1, 2, 3 o 4, il contributo sarà di:

– 6.000 euro per auto nuove con emissioni da 0 a 20 CO2 g / Km;

– 2.500 euro per auto nuove con emissioni da 21 a 70 CO2 g / Km.

L’auto consegnata per la rottamazione deve essere intestata all’acquirente da almeno 12 mesi o a un familiare convivente alla data di acquisto del nuovo veicolo. Il venditore ha invece l’obbligo di avviare il veicolo consegnato alla rottamazione entro 15 giorni. Tali veicolo non può essere rimesso in circolazione.

Invece, nel caso in cui non si abbia un veicolo per la rottamazione con le caratteristiche citate, il contributo stabilito sarà di:

– 4.000 euro per auto nuove con emissioni da 0 a 20 CO2 g / Km;

– 1.500 euro per auto nuove con emissioni da 21 a 70 CO2 g / Km.

Lo sconto effettuato all’acquisto del veicolo viene rimborsato al venditore dall’impresa costruttrice o importatrice, che a loro volta recupereranno l’importo tramite il credito d’imposta da utilizzare a compensazione mediante modello F24 da presentare con i servizi telematici dell’Agenza dell’entrate.

Disincentivi per le auto inquinanti

Per l’acquisto di auto inquinanti sono previsti dei disincentivi. A chi acquista e immatricola in Italia dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021 veicoli inquinanti, viene applicata una tassa che varia a seconda dei livelli di inquinamento:

– 1.100 euro: 161-175 CO2 g/ Km;

– 1.600 euro: 176-200 CO2 g/ Km;

– 2.000 euro: 201-250 CO2 g/ Km;

– 2.500 euro: oltre 250 CO2 g/ Km.

Il comma 1039 delinea le detrazioni IRPEF pari al 50% delle spese sostenute e documentate, per un massimo di 3.000 euro, dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021 per l’acquisto e posa in opera di infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici, in 10 quote annuali.

Un’alta novità è quella di poter far accedere le auto elettriche o ibride nelle zone ZTL liberamente e la creazione  del Fondo per le autostrade ciclabili.

Incentivi 2019: auto e moto ecologici scontati

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.