Indennità 600 euro spetta anche ai titolari di pensione di invalidità

-
10/04/2020

Indennità di 600 euro anche agli invalidi civili: non esiste incompatibilità tra le due misure.

Indennità 600 euro spetta anche ai titolari di pensione di invalidità

Un dubbio che avrebb escluso dalla platea dei possibili fruitori dell’indennità di 600 euro prevista dal Decreto Cura Italia del 22 marzo scorso tutti i titolari di prestazione assistenziale di invalidità (ovvero gli invalidi civili, i sordi e ciechi) a causa di una cattiva interpretazione della circolare INPS numero 49 del 30 marzo 2020 da parte della maggioranza dei CAF.

Pensione invalidità compatibile con indennità 600 euro

Dall’indennità di 600 euro sono esclusi, così come previsto dal decreto,i titolari di reddito di cittadinanza ma anche  i titolari di pensione diretta. I CAF, però, mal interpretando la circolare INPS hanno incluso nell’insieme non sono i percettori di prestazioni previdenziali ma anche di quelle assistenziali per invalidi escludendo dalla platea dei beneficiari dei 600 euro invalidi civili, sordi e ciechi.

La Onlus FISH, per evitare un danno non indifferente agli interessati, si è, quindi, affrettata a chiedere chiarimenti all’INPS in merito (visti anche i tempi abbastanza ristretti per presentare la domanda di indennità di 600 euro riservata ad autonomi, liberi professionisti, stagionali, agricoli, lavoratori del turismo e collaboratori ma anche la situazione di emergenza economica in cui versano moltissimi italiani a causa dell’epidemia in corso che ci impedisce di uscire di casa e lavorare).

L’INPS in tempi strettissimi ha provveduto a fornire la risposta sperata, ovvero che si esclude l’incompatibilità dell’indennità con le prestazioni assistenziali riconosciute a ciechi, sordi e invalidi civili.

Da quel che ha comunicato l’INPS, quindi, l’incompatibilità dell’indennità di 600 euro è  soltanto con le pensioni previdenziali (ovvero quelle che derivano da contributi versati) e non per le prestazioni assistenziali come la pensione di invalidità civile.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Tutti gli aventi diritto all’indennità, quindi, anche se percettori di pensione di invalidità civile possono accedere ai 600 euro previsti dal decreto Cura Italia del 22 marzo 2020. Per quanto riguarda, invece, il reddito di emergenza che dovrebbe essere contenuto nel prossimo decreto non dovrebbe sussistere comunque incompatibilità con la pensione di invalidità, in ogni caso per averne la sicurezza assoluta si dovrà attendere la sua pubblicazione.