Indennità di 600 euro e Isee aggiornato, cosa fare?

-
09/04/2020

Indennità di 600 euro e Isee ordinario o corrente, non riesco a ritirarlo al Caf, come posso fare? Ecco alcune indicazioni e precisazioni utili.

Indennità di 600 euro e Isee aggiornato, cosa fare?

L’emergenza coronavirus ha creato molte difficoltà a imprese, lavoratori e cittadini. In molti hanno perso il lavoro e non sanno come districarsi negli aiuti che susseguono giorno dopo giorno, decreto dopo decreto. C’è molta confusione e i caf e patronati che assistono i cittadini nelle pratiche sociali non erano preparati adeguatamente a tutto questo. Molti si stanno attivando per l’assistenza a distanza. Analizziamo la domanda di un nostro lettore che si trova in una situazione analoga. 

Indennità di 600 euro e impossibilità di reperire l’Isee ordinario o corrente 

Buongiorno,

All’attenzione della Sig.ra, Angelina Tortora

Mi chiamo E.  nato a luglio del 1966, attualmente sono in una condizione di disoccupazione, la domanda di indennità di disoccupazione NaSpI è stata accolta con decorrenza dal 08/01/2019 e mi viene corrisposta per numero di giorni 445, termine marzo 2020. 

Tramite …… nel mese di febbraio ho lavorato nella cooperativa sociale …….., con contratto da tirocinante, avendo un contributo economico di € 500 al mese, finanziato dalla Regione.

Mi hanno dovuto sospendere il tirocinio, per causa del COVID 19.

In questo momento l’unica entrata che percepisco è una piccola pensione di invalidità lavorativa, corrisponde a € 135 che mi viene riconosciuta per un infortunio avvenuto nel 1983.

Tenga presente che ho anche una invalidità civile, con verbale e relazione conclusiva rilasciata nel 2015 di tipo fisico che è pari al 75%, 


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Possiedo solo un terzo della casa di famiglia dove attualmente sono residente.

Ho fatto richiesta dell’ISE sia quello ordinario e quello corrente ma ancora non ho potuto ritirarli.

Mi rivolgo a Lei, per avere informazioni su come devo muovermi per poter avere il contributo economico statale, che viene riconosciuto ha chi ha perso il lavoro per il coronavirus.

La ringrazio sentitamente con La speranza di ricevere una risposta al più presto.

E.S.

Ps: Mi sono permesso di scriverle, perché girando nelle pagine dell’INPS, sono capitato per caso in una pagina, dove Lei rispondeva ad alcune domande poste dai lettori e in fondo ho visto il suo indirizzo E-mail

Isee ordinario o corrente: i Caf o patronati lavoro a distanza

La ringrazio di avermi contattato, in riferimento al Isee corrente o ordinaio, si può mettere in contatto presso il suo caf o patronato e farsi mandare tramite mail la certificazione che le hanno elaborato in formato pdf.

Molti Caf e patronati, per l’emergenza coronavirus, prestano assistenza a distanza. Se ha attivato il pin Inps può andare sul portale e verificare la sua ultima dichiarazione elaborata. Se non ha il Pin è il momento di farne richiesta, trova qui la procedura: Come chiedere il Pin Inps e tenere sotto controllo la situazione contributiva

Indennità di 600 euro: esclusa per i tirocini

In riferimento all’indennità per sospensione del tirocinio il decreto cura Italia non prevede agevolazioni. Non è possibile accedere alla CIGO cassa interazione per COVID19 e neanche all’indennità di 600 euro (art. 27 del decreto 18/2000) in quanto è rivolta ai:


Potrebbe interessarti: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti

√ Professionisti con partita IVA e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;

√ Lavoratori autonomi iscritti alla Gestione speciali dell’AGO;

√ Lavoratori del turismo e degli stabilimenti termali;

√ Lavoratori agricoli operai a tempo determinato;

√ Lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dei lavoratori dello spettacolo.

Per tutte le informazioni: Indennità di 600 euro COVID-19: guida completa con video passo passo