Interesse moratorio per il ritardato pagamento delle fatture di trasporto nel primo semestre 2019

-
28/01/2019

Il Ministero dell’economia e delle finanze, comunica l’interesse moratorio da applicare in caso di ritardato pagamento delle fatture di trasporti, ai sensi dell’articolo 5 del decreto legislativo 231/2002 per fatture pagate oltre il 60° giorno dall’emissione.

Interesse moratorio per il ritardato pagamento delle fatture di trasporto nel primo semestre 2019

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha stabilito, con proprio comunicato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 18 del 22 gennaio 2019, che per il primo semestre 2019, il saggio d’interesse base da applicare a favore del creditore nei casi di ritardato pagamento, è fissato nella misura dello 0,% (equivalente al quello del principale strumento di rifinanziamento della Banca centrale europea).

Di conseguenza l’interesse moratorio da applicare in caso di ritardato pagamento delle fatture di trasporti, ai sensi dell’articolo 5 del decreto legislativo 231/2002 per fatture pagate oltre il 60° giorno dall’emissione (in forza del comma 13 dell’articolo 83bis della legge
133/2008) è del 8,00% (cioè quello fissato dal Ministero dell’Economia e Finanze maggiorato di otto punti).
Si riporta in calce il comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Ministero dell’economia e delle finanze – comunicato

Saggio degli interessi da applicare a favore del creditore nei casi di ritardo nei pagamenti nelle transazioni commerciali. (G.U. n. 18 del 22.1.2019) Ai sensi dell’art. 5 del decreto legislativo n. 231/2002, come modificato dalla lettera e) del comma 1 dell’art. 1 del decreto legislativo 192/2012, si comunica che per il periodo 1° gennaio – 30 giugno 2019 il tasso di riferimento è pari allo 0 per cento.

COORDINAMENTO F.A.I.