Intesa Sanpaolo – Coronavirus: ecco le misure adottate

-
25/02/2020

Intesa Sanpaolo adotta le misure per tutelare dipendenti e clienti dal Coronavirus.

Intesa Sanpaolo – Coronavirus: ecco le misure adottate

Intesa Sanpaolo con riferimento alle precauzioni e alle misure di tutela dal Covid – 2019, il cosiddetto Coronavirus, rende noto la disposizione della chiusura delle filiali dei Comuni che sono oggetto dei provvedimenti Governativi presi in via cauzionale.

Ecco le filiali chiuse Intesa Sanpaolo nelle zone oggetto di provvedimenti Governativi

Ecco la lista delle filiali chiuse in via precauzionale per l’evento Coronavirus, vi informiamo che gli sportelli ATM sono regolarmente funzionanti in queste filiali chiuse, in tutto il resto d’Italia tutte le filiali sono aperte al pubblico regolarmente:

  • Codogno
  • Castiglione d’Adda
  • Casalpusterlengo
  • Fombio
  • Maleo
  • Somaglia
  • Bertonico
  • Terranova dei Passerini
  • Castelgerundo
  • San Fiorano in provincia di Lodi
  • Vò Euganea in provincia di Padova

Intesa Sanpaolo rende noto con una comunicazione, che nel caso ci fassero esigenze e allarmi in altre province italiane, e le disposizioni in atto vigenti come nei Comuni già citati, la disponibilità a chiudere le filiali sarà massima e immediata.

La Banca nei propri istituti e a tutti i suoi dipendenti detta le necessarie indicazioni di profilassi e igiene dell’OMS per tutti quei soggetti che sono asintomatici, che sono:

  • lavarsi bene e spesso le mani con il sapone
  • evitare il contatto con persone che soffrono di infezioni respiratorie
  • non toccarsi con le mani, se non prima di essersele lavate per bene, occhi, bocca e naso
  • se si tossisce o si starnutisce, coprirsi bene la bocca e il naso o con un fazzoletto o con il proprio gomito
  • non prendere medicinali, se non prescritti dal medico curante e strettamente necessari, come antivirali e antibiotici

Inoltre è stata istituita una casella email per chiunque dei dipendenti voglia fare domande ed essere informato per poter essere risposti poi dagli esperti su quello che sta succedendo in questi giorni e come comportarsi, tra questi ci sono medici specializzati dell’Istituto Sacco di Milano e sia della Città della salute di Torino.