ISEE 2018: i documenti da portare al CAF, tutte le novità

ISEE: documentazione necessaria per accedere a diverse agevolazioni e bonus fiscali.

Modello ISEE, sempre più richiesto nelle varie domande: iscrizione università, mensa scolastica, buoni libri, bonus acqua e luce, ecc.., ma che cos’è?  Il cittadino come informazione più importante deve sapere cosa è il documento ISEE e qual è la sua funzione. Cercheremo in quest’articolo di dare un’informazione completa e dettagliata, una guida al cittadino.

Che cos’è il modello ISEE

L’ISEE è l’Indicatore di Situazione economica Equivalente questo indica la situazione economica di tutti i componenti delle famiglie italiane per poter accedere alle agevolazioni e vantaggi fiscali, solo però in presenza di situazioni particolare di reddito o situazioni familiari come la presenza nel nucleo familiare di un minorenne, uno studente universitario o di un disabile. I cittadini italiani con l’ISEE possono accedere ai seguenti vantaggi fiscali: Assegno di maternità e Bonus Bebè, Asilo nido ed altri servizi per l’infanzia, mense scolastiche, tasse universitarie, bonus luce e gas, riduzione canone Telecom, bonus libri scolastici, borse di studio, servizi socio sanitari di assistenza familiare, assegno per il nucleo familiare.

ISEE procedura di richiesta e documenti da presentare

Il primo passo per la richiesta dell’ISEE è la compilazione del modello DSU in cui vanno indicati tutti i dati necessari per il calcolo della situazione reddituale del nucleo familiare. Il modello DSU è possibile scaricarlo dal sito INPS. Ciò che va dichiarato nel modello DSU sono i redditi relativi a due anni prima della richiesta, ad esempio per la richiesta dell’ISEE 2018 vanno dichiarati i redditi 2016 mentre per tutti gli altri dati si devono riferire al 31 dicembre 2018. Per fare più chiarezza ecco l’elenco delle voci da dichiarare:

  1. Redditi percepiti nel 2016
  2. Patrimonio immobiliare al 31 dicembre 2017
  3. Patrimonio mobiliare al 31 dicembre 2017
  4. Tutti i veicoli in possesso al 31 dicembre 2017

Tutto ciò va indicato per ogni componente del nucleo familiare.

Per i redditi percepiti bisogna presentare il Modello 730 o Modello Unico rilasciato dal datore di lavoro o ente pensionistico, vanno dichiarati anche il reddito percepito dall’indennità di disoccupazione NASpI 2017, cassa integrazione o mobilità.

Per i redditi immobiliari bisogna presentare le visure catastali di tutti i fabbricati, terreni edificabili e agricoli in possesso al 31 dicembre 2017. L’importo del capitale residuo del mutuo per l’acquisto o costruzione degli immobili, l’importo IVIE degli immobili posseduti all’estero.

Per i redditi mobiliare bisogna presentare i saldi al 31 dicembre 2017 dei titoli di stato, obbligazioni, azioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi d’investimento, forme assicurative di risparmio, giacenza media conto corrente, carte prepagate. I lavoratori autonomi devono presentare il valore del patrimonio netto dell’ultimo bilancio presentato.

Inoltre per ciascun componente del nucleo familiare vanno presentati anche il codice fiscale, documento d’identità valido, se in famiglia fosse presente un invalido va presentato il certificato d’invalidità che indica la denominazione dell’ente che ha rilasciato la certificazione, il numero del documento e data del rilascio e la documentazione che certifica le spese pagate per ricoveri in strutture residenziali o assistenza personale (queste devono risalire a due anni prima della richiesta dell’ISEE, esempio spese sostenute nel 2016 per richiedere ISEE 2018).

ISEE a chi richiederlo

La richiesta dell’Indicatore di Situazione economica Equivalente può essere fatta da soli, se si è in possesso del codice PIN INPS Dispositivo, SPID o CNS direttamente dal sito INPS tramite il servizio Isee online INPS.

Inoltre si può per richiedere la dichiarazione ISEE tramite i Caf, Patronati o commercialista presentando tutta la documentazione suddetta per compilare il modello DSU.

I tempi di rilascio della certificazione sono 10 giorni lavorativi dalla convalida dei dati da parte dell’INPS.

ISEE novità 2018

Dal 1° settembre 2018, sarà presente sul sito INPS il modello ISEE 2018 precompilato.

Leggi anche: Carta Famiglia 2018: A Chi Spettano Sconti Su Beni E Servizi?

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.