Isee corrente: attenzione riguarda solo variazioni reddituali e non patrimoniali

-
02/04/2020

Isee corrente presentabile solo per variazioni reddituali, non per variazioni patrimoniali.

Isee corrente: attenzione riguarda solo variazioni reddituali e non patrimoniali

L’Isee corrente, introdotto a fine 2019 per regalare la reale fotografia del reddito del richiedente, permette la richiesta in determinati casi e non sempre. L’Isee corrente serve a ricevere importo di reddito di cittadinanza commisurato ai reali redditi del nucleo familiare e non a quelli percepiti nel 2018 (anno a cui si riferisce l’Isee ordinario).

Isee corrente e patrimonio

Un nostro lettore ci scrive:

Salve,

mi ritrovo in un grosso problema fra “ignoranza” nel senso di non sapere di CAF ed inps e superficialità

mi hanno tolto il reddito di cittadinanza perché al 2018 il patrimonio mobiliare che sono diverse cose superava i 6000 , almeno così dicono e tutto il resto è quasi a 0

l’isee è passato ma il RDC non ho saputo neanche che fosse decaduto se non dopo aver fatto un disastro fra teflonate e mail

e già tutto questo non va bene.

La risultanza di questo dar ovine per la cointestazione con il conto di mio madre alla morte di mio padre.. e la richiesta della cessione del quinto sul suo conto.. per pagare una causa persa per la casa

Mia madre fa nucleo a se ed abita in altra città e la cointestazone era solo per non farle fare i viaggi su Roma per le necessita dopo la morte di mi0o padre.. visto come si comportano le banche..

Ora una addetta inps mi ha detto guardi che lei ne ha diritto al RDC non capisco perchè è decaduto…

E mi ha  consigliato di fare l’isee corrente ma nessuno me lo vuole fare… dicendo che riguarda solo chi ha pero il lavoro quando invece riguarda chi ha avuto forti cambiamenti a fine anno fra 2019 e 019.. intanto che tutti dibattono e si capiscono la gente finisce per strada… sia di fatto che di testa… cosa peggiore anche se sconfiggiamo il coronavirus…

I caf di roma non sono aperti e non lavorano i remoto  quelli in altre provice si ma non ci si capisce nulla…ognuno dice la sua…

Partendo da presupposto che la cointestazione di un conto corrente (seppur effettuata per comodità come nel suo caso) fa si che il patrimonio contenuto sullo stesso sia attribuibile al 50% ai due intestatari, non è possibile svincolare questo “patrimonio” dall’Isee ed è corretto, quindi, che tale dato sia presente nell’Isee ordinario.

Per quanto riguarda, invece, la richiesta dell’Isee corrente è necessario possedere uno dei due requisiti richiesti, ovvero:

• almeno un componente del nucleo familiare ha subito variazione della situazione lavorativa

• variazione superiore al 25% della situazione reddituale del nucleo familiare.

L’Isee corrente può essere presentato, inoltre, se uno dei componenti del nucleo familiare ha subito l’interruzione di trattamenti previdenziali, assistenziali o indennitari.


Leggi anche: Whatsapp: ecco come nascondere l’immagine del proprio profilo a uno o più contatti

Le variazioni in questione devono essersi, tra l’altro, verificate dopo il 1 gennao dell’anno di riferimento del reddito (riferito, quindi, da gennaio 2018 in poi per Isee corrente 2020).

Come vede, quindi, entrambi i requisiti parlano di situazione reddituale e non patrimoniale. Nel suo caso la variazione è riferita alla situazione patrimoniale.

In ogni caso, per togliersi ogni dubbio, può presentare da solo l’aggiornamento all’Isee ordinario con quello corrente seguendo le seguenti istruzioni: Isee corrente e presentazione sul sito INPS: istruzioni