La lotteria degli scontrini, di cosa si tratta?

-
06/11/2018

Il governo lancia la lotteria degli scontrini per combattere l’evasione fiscale. Trattasi di un gioco che necessita dello scontrino e vietato ai minori

La lotteria degli scontrini, di cosa si tratta?

Un’idea non proprio nuova  che torna nel decreto fiscale recentemente firmato dal Capo di Stato, Mattarella. Il governo Lega-M5s vuole rimettere in moto la cosiddetta ‘lotteria degli scontrini’. Trattasi di  un’estrazione a sorte degli scontrini fiscali con premi non in denaro. Un modo per invogliare i consumatori a pretendere lo scontrino, vero requisito necessario per partecipare a questo “Lotto del Fisco”.

 

La lotteria degli scontrini, cos’è?

Presentata già nel 2016 imitando il Portogallo, salvo poi essere rimandata ad oltranza, la lotteria degli scontrini non vedrà la luce prima del gennaio 2020. Sarà però necessario che la ‘macchina’ di trasmissione telematica elettronica delle ricevute e degli scontrini al Fisco sia già a pieno regime per quella data, altrimenti la lotteria dello Stato potrebbe subire un nuovo stop.

Come partecipare?

Per partecipare alla lotteria degli scontrini è fondamentale avere degli scontrini. Un modo come un altro per convincere i consumatori ad esigere lo scontrino, facendo leva sulla possibilità di vincere un premio. Oltre al ben noto tagliandino fiscale, il consumatore dovrà fornire il codice fiscale per permettere al Fisco di poterlo rintracciare in caso di vincita. Per partecipare e divenire rintracciabili dall’amministrazione fiscale bisognerà fornire il personale codice alfanumerico all’esercente o al negoziante.La lotteria degli scontrini, di cosa si tratta?


Leggi anche: Canone Rai: come ottenere il rimborso procedura e modulo

Come funzionerà l’estrazione?

Oltre al dato cumulato dei corrispettivi giornalieri, il Fisco avrà bisogno di tutte le informazioni di ogni singola operazione per mettere in moto la lotteria: vale a dire data, importo e modalità di pagamento, a cui andrà ovviamente aggiunto il codice fiscale. Tutti dati che serviranno all’amministrazione finanziaria per realizzare i processi automatici di estrazione a sorte della lotteria. Non tutti potranno partecipare alla lotteria degli scontrini. L’estrazione sarà accessibile soltanto ai contribuenti residenti sul territorio italiano e che “effettuano acquisti di beni o servizi, fuori dall’esercizio di attività di impresa, arte o professione, presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi”.

I minori

Il gioco è vietato ai minorenni. Attenzione però, questo è un fattore che potrebbe però portare ad una sorta di conflitto di interessi: se la lotteria è uno stratagemma per combattere l’evasione fiscale, escludere una categoria come gli under 18 potrebbe ‘invogliare’ i negozianti a non emettere lo scontrino nel momento in cui ad effettuare l’acquisto è un consumatore non interessato a partecipare alla lotteria perché escluso.