La Rottamazione falciata dal Milleproroghe, ecco i risultati

-
18/09/2018

Nel decreto milleproroghe non risulta niente al momento che riguardi il possibile slittamento delle scadenze delle rate della rottamazione, si attende l’approvazione conclusiva.

La Rottamazione falciata dal Milleproroghe, ecco i risultati

La rottamazione è stata esclusa dal decreto milleproroghe che si avvia alla Senato per la discussione come da calendario, per il 19 settembre. Viaggia in una tempistica molto ristretta, considerato che il decreto va approvato entro il 23 settembre. Nel pacchetto delle misure milleproroghe vertono ISEE precompilato 2019, riforma abilitazione forense, rimborsi ai risparmiatori investiti dai crolli bancari. In breve riassumiamo i punti critici.

Che cos’è il decreto milleproroghe?

Il decreto Milleproroghe, è stato creato nel 2005 in virtù di “misura d’emergenza”. Si tratta, di un decreto legge avallato ogni singolo anno dal governo per disciplinare, nonché regolarizzare il posticipo di determinate scadenze normative. Il provvedimento milleproroghe è una misura eccezionale, che viene approvata verso la fine di ogni anno.

Sostanzialmente, si tratta di un decreto legge emanato dal Consiglio dei Ministri sulla base della necessità e dell’urgenza. Come decreto legge, si rinnova e diventa legge dalla Camera dei Deputati e Senato della Repubblica in un tempo di 60 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Il termine vocabolo “decreto milleproroghe” non appartiene in modo specifico al codice legislativo, tuttavia è stato creato ad “ok” dalla stampa.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Nel milleproroghe nessun slittamento per la rottamazione

L’esecutivo ha posto la fiducia, si presuppone che il decreto non subisca alcuna variazione a Palazzo Madama.

Attualmente, tutto fa pensare che il decreto si “definitivo” non contiene alcuna avvisaglia circa la proroga delle rispettive scadente che investono la rottamazione delle cartelle. Di conseguenza, in via definitiva la scadenza delle rate restano le stesse senza alcuna variazione.

Quali sono le misure nel milleproroghe?

Entro il 2020 sono previsti i seguenti provvedimento, quali:

  • slittamento il pagamento del mutuo con sospensione di 12 mesi per le aziende in difficoltà;
  • confermato bonus cultura giovani anni 18;
  • riforma banche credito cooperativo in fase di modifiche per attuazione.

Fra le misure per il 2019, troviamo:

  • ISEE precompilato;
  • riforma dell’abilitazione attività forense;
  • rimborsi veloci e tangibili per tutti i risparmiatori che hanno visto svanire il proprio capitale nel crollo delle banche. Prevista la possibilità di presentare istanza alla Consob per il 30% del dovuto. Se entro il 30 novembre si ottiene l’esito favorevole dell’Arbitro delle controversie finanziarie.

Tuttavia, ci preme rammentare che per avere una base di certezza è necessario attendere l’approvazione conclusiva entro il 23 settembre.

rottamazione