Lavoro dipendente e partita IVA, con la stessa azienda, è possibile

-
10/01/2020

Lavoro dipendente e partita Iva con la stessa azienda, è legittimo? Analizziamo cosa prevede la normativa sul lavoro.

Lavoro dipendente e partita IVA, con la stessa azienda, è possibile

Sempre più spesso nasce l’esigenza di affiancare al lavoro dipendente un secondo lavoro e per farlo diventa in alcuni casi necessario l’apertura di una partita Iva in modo da fatturare e ricevere i compensi; ma cosa succede se il lavoro con partita Iva è prestato alla stessa azienda con cui si ha un contratto di lavoro dipendente? È possibile avere due ruoli diversi e due contratti diversi?

Lavoro dipendente e partita Iva per la stessa azienda

Da premettere che la legge non impone nessun divieto, tuttavia la mescolanza dei ruoli e degli orari non è vista di buon occhio dall’organo ispettivo.

Per considerare legittimo il lavoro dipendente e il lavoro autonomo con partita IVA, si dovrebbe dimostrare che l’attività di lavoro dipendente e quello di partita Iva siano gestite in modo completamente indipendenti fra loro, senza mescolanza di orari, senza utilizzare attrezzatura dell’azienda, ecc.

L’alternativa possibile consiste nel ricorrere all’assistenza di una commissione di certificazione, che dovrebbe pronunciarsi in merito.

La Commissione di certificazione svolge un importante servizio alle imprese e ai lavoratori in campo giuridico del lavoro.

Leggi anche: Finanziamenti a fondo perduto per partita IVA: ecco come aderire


Leggi anche: Bonus Natale 2020, in arrivo un cashback da 150 euro: cos’è, come funziona e come ottenerlo