Legge 104: permessi, congedo e agevolazioni, le ultime novità

In quest’articolo racchiuderemo la legge 104 con tutte le novità su permessi, congedo e agevolazioni. Una rassegna completa esaminando le varie casistiche e problematiche. E’ possibile contattare la redazione che si componte di un team di consulenti,  per chiarire dubbi o esporre il proprio problema, vi risponderemo il prima possibile, mail di contatto: [email protected]

E’ possibile trovare il testo integrale della legge 104, qui: Legge 104 5 febbraio 92: testo integrale

Moduli per poter fruire dei permessi legge 104

Per poter fruire dei permessi legge legati alla 104 sia il lavoratore invalido che il lavoratore che assiste un parente con grave disabilità deve presentare richiesta compilando dei moduli da far pervenire all’Inps e deve darne comunicazione scritta al datore di lavoro. Potete trovare i moduli da compilare ed inviare all’Inps sia per il lavoratore disabile che vuol fruire dei permessi 104 sia per il lavoratore che ne deve fruire per assistere il parente con grave disabilità, con relative istruzioni. I moduli possono essere scaricati qui: Permessi legge 104 moduli da scaricare

Alunni con legge 104, cambiano le regole per l’insegnate di sostegno

L’assegnazione dell’insegnante di sostegno è prevista per gli alunni certificati dalla Legge 104/92 (art. 3 comma 1 o 3). Le novità sono state introdotte con il  D.LGS. n. 66/17, norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità. La misura ridefinisce molte delle procedure previste per gli alunni con disabilità, riformando molti aspetti della legge 104. I decreti sono entrati in vigore lo scorso 31 maggio, anche se i cambiamenti previsti dal decreto n. 66 saranno di fatto introdotti solo a partire dal primo gennaio 2019.

Leggi la notizia completa: Alunni con legge 104, cambiano le regole per l’insegnate di sostegno, ore e certificato

Assegno per assistenza disabile 1.900 euro, con legge 104

Assegno per assistenza disabile (caregiver) previsto nella legge di Bilancio 2018. Il caregiver, ha un significato ampio, è definito genericamente come l’assistente familiare volontario che quotidianamente e gratuitamente assiste un parente non autosufficiente.

Prima questa figura molto importante, non è mai stata riconosciuta prima da nessuna legge. Il caregiver presta assistenza 24 ore su 24, in due modalità:

  • diretta: attraverso le cure primarie che l’invalido non riuscirebbe a compiere da solo;
  • indiretta: sbrigando le questioni amministrative che dovrebbe compiere l’assistito o sorvegliandolo in modo attivo (ossia intervenendo in caso di pericolo) o passivo (controllando il familiare allettato).

Leggi la notizia completa: Assegno per assistenza disabile 1.900 euro, con legge 104, le novità 2018

Permessi legge 104 per il lavoro part time, importanti novità 2018

Importanti novità sui permessi legge 104 per i lavoratori con contratto part time, che assistono un familiare con handicap grave.

Una recente sentenza della Corte di Cassazione n. 4069 del 20 febbraio 2018, ha stabilito che non può essere ammessa nessuna distinzione tra lavoratori full-time e part-time ai fini dell’assistenza di un familiare disabile.

I giudici della Corte di Cassazione, hanno bocciato il ricorso dell’INPS, stabilendo che il diritto di fruire i 3 giorni di permesso al mese, per assistere un familiare con disabilità, spetta anche nel caso il richiedente sia assunto con contratto part time.

Leggi la notizia completa: Permessi legge 104 per il lavoro part time, importanti novità 2018

Permessi legge 104, tre modi diversi per usufruirne: ecco quali

I soggetti disabili o i familiari che assistono un disabile, con la legge 104 possono usufruire dei permessi lavorativi retribuiti. La legge 104/92 è rivola ai disabile e coinvolge anche i familiari che possono beneficiare di diverse agevolazioni tra cui i permessi lavorativi retribuiti.

Per usufruire dei permessi retribuiti della legge 104, sono possibili in tre modalità diverse:

  • 3 giorni retribuiti al mese;
  • due ore al giorno;
  • in maniera frazionata.

Leggi la notizia completa: Permessi legge 104, tre modi diversi per usufruirne: ecco quali

indennità di accompagnameno

Congedo legge 151 può essere cumulato con i permessi

Cumulabilità dei benefici di permessi legge 104 e congedo 151, per chi assiste un familiare con handicap grave. La norma è disciplinata dal Decreto Legislativo 119 del 18 Luglio 2011, all’art. 4 ha modificato l’art. 42 – comma 5 del D.Lgs 151/2001, riconoscendo la possibilità di cumulo dei due benefici, laddove si legge “per l’assistenza allo stesso figlio con handicap in situazione di gravità, i diritti sono riconosciuti ad entrambi i genitori, anche adottivi, che possono fruirne alternativamente, ma negli stessi giorni l’altro genitore non può fruire dei benefici di cui all’art. 33, commi 2 e 3 della Legge 5 febbraio 1992, n. 104, e 33, comma 1, del presente decreto”.

Leggi la notizia completa: Legge 104: il congedo legge 151 può essere cumulato con i permessi

Verbale legge 104, invalidità civile e handicap, i nuovi codici che danno diritto alle agevolazioni

Come leggere il verbale legge 104, per invalidità civile e handicap, con i nuovi codici e cosa significano? E’ la domanda che in molti si fanno e a cui non sanno rispondere. Con la nuova codifica le cose sono ancora più complesse. Il verbale legge 104 non da diritto ad una provvidenza economica, ma come sappiamo da diritto a molte agevolazioni, il tutto dipende dal codice inserito al suo interno. Analizziamo in quest’articolo tutti i codici dei verbali di invalidità civile e handicap.

Leggi la notizia completa: Verbale legge 104, invalidità civile e handicap, i nuovi codici che danno diritto alle agevolazioni

Bollo auto 2018 e legge 104, con quali patologie è possibile fare domanda di esenzione?

Bollo auto 2018 e legge 104, quali patologie possono fare domanda di esenzioni e che caratteristiche devono avere, tutte le informazioni utili. Possono usufruire delle agevolazioni:

  1. non vedenti e sordi
  2. disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento
  3. disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni
  4. disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

Leggi la notizia completa: Bollo auto 2018 e legge 104, con quali patologie è possibile fare domanda di esenzione?

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.