Legge di Bilancio 2019: tutte le disposizione e non solo

-
29/12/2018

Legge di Bilancio 2019, elenchiamo le principali disposizioni: dal reddito di cittadinanza, bonus bebè, bonus famiglia, caregiver …

Legge di Bilancio 2019: tutte le disposizione e non solo

Legge di Bilancio 2019, elenchiamo le principali disposizioni: dal reddito di cittadinanza, bonus bebè, bonus famiglia, caregiver e tutte le misure fla tax, iperammortamento e tant’altro.

Reddito di cittadinanza

Sono state trasferite le risorse previste per il Rei (reddito d’inclusione) al Fondo per il reddito di cittadinanza. Viene ridotto il Fondo povertà  di 2,198 miliardi per il 2019, di 2,158 miliardi per il 2020 e di 2,130 miliardi annui dal 2021. Per il Fondo servizi restano 347 milioni per il 2019, 587 milioni per il 2020 e 615 milioni dal 2021.

Bonus bebè

Sale da 1000 a 1.500 euro all’anno, per 3 anni, il bonus per pagare asili nido pubblici e privati (o per supporti in casa a bambini sotto i 3 anni, con gravi disabilità).

Congedo paternità

Proroga di un anno e aumento di un giorno per il congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti. Confermata la possibilità di allungarlo di un altro giorno (e quindi si arriva a 6) in sostituzione della mamma e riducendo il suo periodo di astensione obbligatoria. Il beneficio spetta entro 5 mesi dalla nascita.

Lavoro fino al 9° mese di gravidanza

Sarà possibile rimanere al lavoro fino al 9° mese di gravidanza e godere dei 5 mesi di congedo obbligatorio dopo il parto, a condizione che il medico attesti che non ci sono rischi per la salute della mamma e del bambino.

Neo mamme e smart working

Gli accordi sul lavoro agile dovranno dare priorità alle richieste presentate dalle lavoratrici nei 3 anni successivi al congedo maternità o ai lavoratori (madri e padri) con figli disabili.

Famiglie numerose

Le famiglie che avranno un 3° figlio nel triennio 2019-2021 potranno ricevere un terreno statale incolto in concessione gratuita per un periodo non inferiore a 20 anni.

Carta famiglia

Stanziato un milione per ogni anno dal 2019 al 2021 per l’acquisto di beni o servizi e riduzioni tariffarie per famiglie con almeno 3 figli conviventi di età non superiore a 26 anni.

Fondo famiglia

Stanziati 100 milioni annui per le politiche della famiglia, in parte impiegati per incentivare il welfare aziendale e conciliare vita e lavoro.

Sedile salva-bimbi

Per gli incentivi fiscali all’acquisto di dispositivi di allarme che impediscano l’abbandono dei bimbi nei veicoli la manovra stanzia un milione di euro sia per il 2019 sia il 2020.

Fondo politiche giovanili

Dal 2019 incrementerà di 30 milioni il fondo (D.L. n. 223/2006) per la formazione culturale, professionale e l’inserimento dei giovani nella vita sociale, anche agevolando l’accesso all’abitazione e al credito.

Caregiver familiare

Il fondo per il caregiver familiare è incrementato di 5 milioni per ciascun anno del triennio 2019-2021.

Pubblico impiego

Passano da 16.000 a 33.000 le nuove assunzioni nel pubblico impiego, con la previsione anche di un blocco al turnover ordinario fino al 15.11.2019 e la proroga di un anno delle graduatorie dei vecchi concorsi.

Flat tax

I soggetti che già si trovano nel regime forfettario potranno accedere alla flat tax se hanno ricavi o compensi fino a 65.000 euro di ricavi; non sarà più necessario rispettare i limiti ora esistenti, ossia il tetto alle spese per il personale (5.000 euro), il costo per i beni strumentali (20.000 euro), il reddito di lavoro dipendente (30.000 euro). Inoltre, con determinati presupposti, sarà possibile possedere quote in società di capitali. Occorrerà rispettare un nuovo limite: non sarà possibile svolgere in prevalenza la sua attività nei confronti del proprio datore di lavoro (o di un soggetto che lo è stato nei 2 anni precedenti) o, comunque, di un soggetto a esso riconducibile. La fattura emessa sarà senza
addebito di Iva. Per ricavi o compensi compresi fra 65.000 e 100.000 euro è prevista un’imposta sostitutiva al 20%.

Iper ammortamento

Possibile fruirne anche per il 2019, seppure con modifiche della disciplina.

Riduzione aliquota Ires

Scende dal 24% al 15% l’aliquota d’imposta applicabile sulla parte di utili destinata all’acquisto di beni strumentali nuovi e all’assunzione di personale a tempo indeterminato.

Ricerca e sviluppo

Prorogata per il 2019 la disciplina del credito d’imposta.

Ripetizioni private

Prevista un’imposta sostitutiva pari al 15%.

Locazione immobili commerciali

Sarà possibile applicare la cedolare secca al 21% per gli immobili di categoria catastale C/1, con superficie fino a 600 mq.

Terzo settore

Previsto il raddoppio dell’Ires per gli enti di assistenza sociale e sanitaria e per le associazioni e fondazioni culturali, con l’eliminazione del regime agevolato di cui all’art. 6 del Dpr n. 601/1973. Fra gli enti colpiti da questo intervento ci sono gli istituti assistenziali, gli enti ospedalieri, le società di mutuo soccorso e gli altri soggetti dotati di personalità giuridica che operano nei settori della beneficenza, della sanità, dell’assistenza sociale, dell’istruzione, della ricerca e dell’alloggio sociale.


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

Legge di bilancio 2019: perequazione pensioni, ticket pensioni e proroga mobilità