Maggiorazione contributiva invalidi: come farla riconoscere

-
18/03/2019

Come si richiede la maggiorazione contributiva invalidi e come bisogna fare per farsela riconoscere? Ecco la spiegazione.

Maggiorazione contributiva invalidi: come farla riconoscere

A decorrere dall’ 1.1.2002 ai lavoratori sordi e invalidi (per qualsiasi causa) ai quali è stata riconosciuta una invalidità superiore al 74% o rientrante nelle prime quattro categorie delle pensioni di guerra, è riconosciuto per ogni anno di servizio effettivamente svolto presso pubbliche amministrazioni o aziende private o cooperative, il beneficio della maggiorazione di 2 mesi di contribuzione figurativa utile solo per il diritto alla pensione e per l’ anzianità contributiva, fino a un massimo di 5 anni di contribuzione.

E’ da precisare che la maggiorazione contributiva invalidi viene riconosciuta solo su espressa domanda dell’interessato.

Maggiorazione contributiva invalidi: come presentare domanda

Un nostro lettore ci scrive:“Buongiorno, precisando che sono partito dalla lettura di uno dei tanti vs articoli che seguo sul vs sito con costanza e interesse posso chiedere la probabile data di pensionamento e la procedura per far riconoscere i contributi figurativi maturati per invalidità civile?

Questi sono i dati necessari per la valutazione :

  • data nascita 20 agosto 1960
  • data inizio lavoro 01 agosto 1980
  • dipendente comunale attualmente in servizio sempre presso la stessa amministrazione 
  • Invalido civile al 75% dal giugno 2002
  • Invalido civile 100% da ottobre 2017

Potete fornirmi qualche indicazione anche in merito ai contributi figurativi come farli riconoscere? Grazie per l’attenzione. “.


Leggi anche: INAIL, i minimali e i massimali retributivi del 2021 restano invariati

La maggiorazione viene concessa, solo su domanda, al momento della liquidazione della pensione o del supplemento. Al momento, quindi, che presenterà domanda di pensione dovrà presentare, congiuntamente, anche la domanda di riconoscimento dei contributi figurativi per la maggiorazione contributiva invalidi.

Per approfondire leggi anche:Maggiorazione contributiva invalidi: quando se ne può usufruire?

Se lavora continuativamente dal 1 agosto del 1980 al 1 agosto 2019 maturerà 39 anni di contributi a cui aggiungere la maggiorazione contributiva dal 2002 ad oggi che equivale a giugno 2019 a 34 mesi di contributi figurativi (2 anni e 10 mesi) raggiungendo complessivamente ad agosto 2019 circa 41 anni e 10 mesi di contributi maturati.

E’ troppo giovane per accedere a quota 100, non è precoce e quindi non può accedere a quota 41, troppo giovane per ape sociale, dovrà attendere all’incirca ancora 10 mesi (a cui si aggiungeranno ulteriori 2 mesi di contributi figurativi per la maggiorazione figurativa) per accedere alla pensione anticipata con i requisiti di 42 anni e 10 mesi (all’incirca a luglio 2020) a cui, poi, deve aggiungere i 3 mesi, dal raggiungimento dei requisiti per la decorrenza della pensione. I miei calcoli sono molto grossolani, dovrebbe rivolgersi ad un CAF o un Patronato per averli precisi al giorno in cui maturerà il diritto alla pensione, io gliel’ho fornito molto approssimativo sommando anche la maggiorazione contributiva.