Modello 730/2019: tutte le novità su detrazione e deduzioni

Per modello 730/2019 ci sono molte novità e conferme su detrazioni e deduzioni. Analizziamole una ad una

L’Agenzia delle Entrate, tramite il suo portale, ha pubblicato i nuovi modelli per la dichiarazione dei redditi 2019 che riguarda l’anno di imposte 2018. Tra i modelli pubblicati c’è anche la nuova versione del modello 730/2019 che contiene tutte le novità fiscali introdotte con la Legge di Bilancio 2019.

Facciamo una carrellata di tutte le novità al riguardo delle detrazioni e deduzioni fiscali che contiene il nuovo modello per la dichiarazione dei redditi 2019.

Modello 730/2019: le scadenza da rispettare

Il modello 730 va inviato per il 23 luglio 2019 sia per chi invia il modello precompilato 2019, in modo autonomo o tramite Caf, o ancora per chi sceglie il modello ordinario. La scadenza è anticipata al 7 luglio 2019 nei casi di invio tramite il sostituto d’imposta.

L’Agenzia dell’Entrate metterà, in data 15 aprile 2018, il modello 730 precompilato a disposizione sul sito. È possibile visualizzarlo dai contribuenti tramite la propria area personale, in cui è possibile accedere tramite i dati identificativi, che possono essere Pin Fisconline, identità SPID, Pin dispositivo Inps.

Il modello 730 precompilato potrà essere modificato, integrato ed inviato a partire dal 2 maggio 2019.

Erogazioni liberali

Una novità del modello 730/2019 la deduzione per le erogazioni liberali a favore di iniziative umanitarie o religiose di Onlus, associazioni o fondazioni.  Il Codice del Terzo settore prevede che le libertà in denaro o in natura erogate ad enti non commerciali possono essere dedotte dal reddito complessivo netto del soggetto erogatore con un tetto massimo del 10% del reddito complessivo dichiarato. Le eventuali eccedenze possono essere calcolate in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non più di quarto.

Trasporto pubblico

Gli abbonamenti per i mezzi pubblici sono soggetti a detrazioni Irpef nella misura del 19%. È possibile detrarre per un importo non superiore a 250 euro. Si possono detrarre anche spese sostenute per familiari a carico.

Assicurazioni

Un’altra novità introdotta è la detrazione nelle misure del 19% su premi assicurativi che riguardano eventi calamitosi per le unità immobiliari ad uso abitativo, Le spese sostenute per i contratti di assicurazione contro gli eventi calamitosi per le unità immobiliari ad uso abitativo, stipulati dal 1° gennaio 2018.

DSA

Per gli alunni DSA che frequentano fino alla scuola secondaria di secondo grado, è previsto una detrazione del 19% sull’acquisto di strumenti di compensativi e di sussidi tecnici, inoltre anche di sussidi compensativi che aiutano la comunicazione verbale e che assicurino un apprendimento graduale delle lingue straniere.

Ristrutturazioni e riqualificazioni energetiche

Anche quest’anno sono state confermate le detrazioni al riguardo delle ristrutturazioni edilizie nella misura del 50% per le spese in un limite massimo di 96.000 euro per unità immobiliare. Anche per gli interventi di riqualificazione energetica finalizzati a migliorare l’ecosostenibilità delle unità abitative sono state confermate le detrazioni nella misura del 50%, e del 65% per gli interventi di efficienza energetica, nei limiti di spesa già previsti per il 2018. Inoltre, va ricordate che per alcuni interventi di ristrutturazioni edilizie, dal 21 novembre 2018, va effettuata la comunicazione all’ENEA.

Sisma Bonus

Nel 730/2019 ci sono nuove detrazioni che riguardano gli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali che si trovano nelle zone sismiche 1, 2 e 3. Questi interventi devono essere finalizzati alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica:

  • 80% per il passaggio a una classe di rischio inferiore;
  • 85% se il passaggio è di due classi di rischio inferiori.

Bonus verde e Bonus mobili

Anche il Bonus Mobili e il Bonus Verde saranno prodigati per il 2019, con le stesse condizioni del 2018. Essi consistono in:

  • Bonus mobile permette di detrarre fino al 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici per arredare immobili soggetti a ristrutturazione edilizia;
  • Bonus Verde permette la detrazione IRPEF del 36% con un limite di spesa di 5.000 euro per ogni unità immobiliare. Per la sistemazione a verde.

R.I.T.A.

Con il nuovo 730/2019 i percettori della rendita temporanea anticipata (cd. RITA) possono avvalersi della tassazione ordinaria al posto di quella sostitutiva applicata dal soggetto erogatore.

Previdenza complementare

Come per i dipendenti privati, ora anche i dipendenti pubblici possono detrarre, a decorrere dal 1° gennaio 2018, dal reddito complessivo i premi e contributi versati alla previdenza complementare per un importo non superiore a 5.164,57 euro.

Detrazioni fiscali 730/2019: ecco le conferme e le novità

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.