Modello 730/2020: spesa mascherine detraibile al 19%, vero o falso?

-
09/04/2020

La spesa per le mascherine necessarie per la protezione da Covid-19, si possono portare in detrazione nel modello 730/2020?

Modello 730/2020: spesa mascherine detraibile al 19%, vero o falso?

Le mascherine in detrazione del modello 730/2020? Per il Ministero della Salute rientrano tra i dispositivi medici. Ricordiamo che le mascherine di protezione, sono state consigliate dall’inizio dell’epidemia da Covid-19 dall’autorità sanitaria, fino a oggi.

Nello specifico, veniva indicato l’acquisto delle mascherine del tipo FFP2 o FFP3. Oggi, quasi introvabili e chi riesce a beccarle le paga una fortuna. Per dare la giusta importanza al rincaro, vogliamo solo chiare che il prezzo prima del virus si aggirava intorno ai 2 euro e 50 centesimi. In seguito, hanno sforato i 20 euro. Tuttavia, quello che ci preme sapere, se il costo della mascherina rientra tra i dispositivi medici, quindi, tra le spese detraibili al 19%.

Modello 730/2020: le mascherine CE

L’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 13/E del 2019, ha chiarito che si possono detrarre le spese al 19% dirette all’acquisto, oppure, sostenute per l’affitto dei dispositivi sanitari. Il contribuente per poter portare la spesa in detrazione deve provare il costo attraverso lo scontrino fiscale o fattura. Nel quale, si evince chiaro il nome del dispositivo acquistato e il soggetto che ha sostenuto il costo. Il pagamento può avvenire attraverso la modalità tracciabile (carte, bancomat ecc.) o in contanti. In questo, caso non è rilevante, in quanto, si tratta di acquisti di medicinali o rientranti nei dispositivi medici (AD o PI marcatura CE).

Secondo la circolare se nella certificazione fiscale appare in chiaro il codice AD o PI, non appare rilevante per portare in detrazione la detrazione la bollatura CE. Nel caso in cui il documento fosse sprovvisto dei codici bisogna far riferimento alle seguenti direttive, quali:


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

  • secondo quanto presente nell’allegato della circolare n. 20/E del 2011 per i dispositivi medici bisogna conservare la documentazione comprovante l’acquisto con la bollatura CE;
  • nel caso di dispositivi medici che non sono presenti nell’allegato, bisogna che il dispositivo riporti la bollatura CE, e non solo. È necessario che sia fedele alle direttive europee  93/42/CEE, 90/385/CEE e 98/79/CE.

Modello 730/2020: il Ministero della salute include le mascherine nei dispositivi

Attraverso la  “Banca dati dei dispositivi medici”  disponibile sul sito del Ministero della salute è possibile visionare se il dispositivo medico  è presente nell’elenco. Da un riscontro appare in chiaro che la mascherina rientra come dispositivo medico.

Tuttavia, nelle varie circolari dell’Agenzia delle Entrate dove fornisce i chiarimenti dei dispositivi da poter portare in detrazione, non fa menzione delle mascherine. A questo punto sorge un dubbio amletico, che fare? Se, rispetta tutti i criteri innanzi descritti, il costo della mascherina rientrerebbe tra le spese detraibili nei dispositivi medici. Bisogna comunque attendere ulteriori chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate.