Modello 730 errato: si può correggere e rinviarlo entro il 20 giugno

Il modello 730 precompilato 2019, da quest’anno è possibile correggerlo. Ecco la procedura

Da quest’anno è possibile correggere autonomamente il modello 730 precompilato nel caso in cui si sono commessi degli errori. A volte utilizzare il modello 730 precompilato si può incorrere in errori che oggi è possibile correggere senza dover avvalersi dell’assistenza del CAF. Se il contribuente si rende conto di aver commesso degli errori solo dopo l’invio de 730, ha tempo fino al 20 giugno per annullare quella errata e rinviare la nuova dichiarazione corretta usufruendo del secondo tentativo, messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

La possibilità di poter correggere e rinviare il 730 parte dal 28 maggio 2019. Il contribuente potrà facilmente sostituire in autonomia la sua dichiarazione dei redditi, una sola volta e solo entro i termini stabiliti. Altrimenti, trascorso i tempi previsti dovrà rivolgersi al CAF o al proprio commercialista.

730 precompilato come inviare quello corretto: ecco la procedura

Il contribuente che si è reso conto dell’errore nella compilazione del 730 può procedere con l’annullamento della dichiarazione inviata tramite la sezione “Annulla 730 inviato” presente sul sito in relazione della precompilata 2019. Questa operazione può essere effettuata solo una volta, verrà cancellato il modello precedente e si potrà inviare il modello corretto entro il 20 luglio 2019.

L’Agenzia dell’Entrate ha fornito delle scrupolose indicazioni per l’invio del nuovo 730. Nel momento in cui il precedente modello 730 è stato annullato, è bene sapere che, tutti i dati verranno cancellati, risulteranno solo quelli previsti automaticamente dal fisco.

Il contribuente potrà annullare il proprio modello 730/2019 solo nel momento in cui sulla ricevuta compare “elaborato”. Per poter procedere all’annullamento bisogna entrare sul sito dell’Agenzia tramite le proprie credenziali (Fisconline, Spid, Inps) utilizzate anche per l’invio

All’Agenzia dell’entrata una volta effettuata l’operazione di annullamento, non risulterà nessuna dichiarazione dei redditi. Quindi bisognerà rinviare il modello corretto entro 24 o 48 ore successive all’annullamento, altrimenti risulterà dichiarazione omessa.

Nel caso in cui non venga rispettato il termine del 20 luglio per correggere il 730 precompilato, il contribuente dovrà rivolgersi al CAF o al commercialista per presentare il modello 730 integrativo per il 28 ottobre 2019. Questa data va rispettata solo se le correzioni sono favorevoli per il contribuente, mentre nel caso contrario la data da rispettare per presentare il 730 integrativo è il 30 settembre 2019.

Modello 730/2019: tutte le novità su detrazione e deduzioni

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.