Modello RED 2020: scadenza prorogata al 18 maggio

-
19/04/2020

Il modello RED potrà essere consegnato entro il 18 maggio 2020, sia per quanto riguarda la Campagna ordinaria 2019 che riguardo alla Campagna solleciti 2018 

Modello RED 2020: scadenza prorogata al 18 maggio

La scadenza per presentare il modello RED 2020, originariamente prevista per il 28 febbraio, è stata nuovamente spostata al 18 maggio 2020. Complice l’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19 che in precedenza aveva già fatto slittare il termine per la presentazione al 31 marzo, in modo da poter venire incontro ai soggetti interessati. Vediamo dunque a quali adempimenti riguardanti il RED è stata posticipata la scadenza e in che modo il modello RED potrà essere consegnato all’Inps.

Modello RED 2020: che cos’è e quando va consegnato

Attraverso il modello RED, i pensionati che beneficiano di prestazioni collegate al reddito, dichiarano all’Inps la loro attuale situazione reddituale, nonché il reddito del coniuge o altri redditi funzionali all’erogazione della prestazione stessa. In questo modo l’Inps può controllare se sussiste ancora il diritto ai contributi previdenziali e/o assistenziali.

I redditi vanno dichiarati al netto di tali contributi previdenziali e al lordo delle ritenute erariali per il lavoro autonomo o che derivano dal reddito d’impresa. Non devono invece presentare il RED coloro che hanno già dichiarato i redditi funzionali alle prestazioni all’Agenzia delle Entrate.

La nuova scadenza per la consegna del modello RED 2020 riguarda tanto la campagna RED ordinaria 2019, relativa ai redditi del 2018, quanto la campagna RED solleciti 2018, che richiede la dichiarazione dei redditi del 2017 a chi non l’aveva presentata ordinariamente nel 2018.


Leggi anche: Bonus Natale 2020, in arrivo un cashback da 150 euro: cos’è, come funziona e come ottenerlo

Per i titolari di prestazioni di invalidità civile, viene prorogata sempre al 18 maggio 2020 la consegna delle dichiarazioni di responsabilità (Campagna INV CIV ordinaria 2019 – Modelli ACC.AS/PS) e dei modelli ICLAV e ICRIC frequenza che riguardano la Campagna solleciti 2018.

Lo scopo di tali adempimenti è sempre quello di verificare l’eventuale permanenza dei requisiti amministrativi per godere delle prestazioni di invalidità civile. 

Infine, la proroga riguarda anche le Campagne REDEST 2019, per i redditi del 2018 dei pensionati risiedenti all’estero, e REDEST 2018, per i redditi del 2017 dei “sollecitati” che risiedono all’estero.

Modello RED 2020: modalità d’invio

Per presentare il modello RED 2020 e le pratiche dei modelli d’invalidità civile continua ad essere disponibile il Contact Center dell’Inps, di cui vi ricordiamo il numero verde da rete fissa 803 164 e il numero da rete mobile 06 164 164. 

Il modello può essere presentato anche attraverso le apposite sezioni “Red semplificato” e “Dichiarazioni di responsabilità” del sito web dell’Inps, qualora in possesso di PIN, SPID di secondo livello, Carta Nazionale dei Servizi (CNS) e Carta Identità Elettronica 3.0 (CIE).

Un’ultima alternativa è quella di recarsi personalmente presso una Struttura territoriale. 

Per quanto riguarda i CAF, l’Inps ha ricordato che tali centri non prestano servizi riguardanti le dichiarazioni sulla frequenza scolastica dei titolari di prestazioni assistenziali (ICRIC Frequenza) o le informazioni relative agli ICLAV sullo svolgimento di attività lavorativa nel 2018 da parte dei titolari di invalidità civile. Tali comunicazioni potranno comunque essere rese tramite una delle tre modalità che vi abbiamo indicato in questo paragrafo.