Modello Red Inps 2019, se non presentato blocco della pensione (guida completa)

I pensionati con assegno sociale o di accompagnamento devono compilare il modello Red Inps 2019. Ecco la guida completa

L’Inps,a fine anno 2018, ha spedito ai pensionati delle buste. Questo è un plico che viene inviato ai soggetti in pensione la cui finalità è quella di verificare i redditi per le prestazioni assistenziali e dei trattamenti pensionistici. La busta contiene dei vari documenti per i pensionati residenti in Italia e all’estero e anche dei moduli da compilare e da presentare entro una certa data di scadenza per il 2019. L’INPS tramite la compilazione di questi moduli da parte dei pensionati può verificare la perdita o ancora la persistenza dei requisiti che danno diritto alla prestazione assistenziale, monitorando così la situazione di ogni singolo soggetto.

Bustone INPS 2019: cosa contiene

Il plico contiene anche una serie di documenti informativi e il modello da compilare, quindi vi è una lettera di presentazione e un elenco di informazioni relativi ai servizi online dell’Istituto.

Come modulo da compilare troviamo il modello Red 2019 che è differente per i pensionati residenti in Italia e quelli residenti all’estero. Il modello verrà compilato secondo il modulo informativo allegato, che contiene le istruzioni. Il modello Red servirà a verificare la situazione reddituale del cittadino per verificare se ancora possiede i requisiti per la prestazione assistenziale attualmente in corso.

Il modello Red Inps 2019 riguarderà le seguenti comunicazioni:

  • Redditi dell’anno 2016, per ci non ha presentato il modello Red negli anni scorsi;
  • Redditi dell’anno 2017, con scadenza nel 2019.

Bustone INPS 2019: prestazioni assistenziali modelli

Il bustone INPS contiene anche altri tipi di modelli riservati ai titolari di prestazioni assistenziali, come:

  • Il modello ICLAV per gli invalidi civili;
  • Il modello ACC,AS/PS per i pensionati con assegno o pensione sociale;
  • Il modello ICRIC, per chi percepisce l’indennità di accompagnamento.

I titolari della pensione sociale con il modello ACC AS/PS dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità se durante l’anno hanno soggiornato fuori dall’Italia e dove.

A differenza degli anni scorsi, i pensionati non dovranno più comunicare i ricoveri con il modello ICRIC, poiché l’Inps acquisirà le informazioni, grazie ad un accordo con il Ministero della salute.

Modello Red Inps 2019: cosa va dichiarato e scadenza

La scadenza per presentare il modello Red 2019, per la comunicazione dei redditi dell’anno 2017 è il 31 marzo 2019.

Il modello Red 2019 deve contenere i seguenti dati:

  • Residenza in Italia;
  • Reddito di attività lavorativa del pensionato o dell’invalido civile;
  • Redditi complessivi dei fabbricati, terreni e altri redditi, tranne il reddito pensionistico.

Modello Red 2019: come inviarlo

Le modalità di invio differiscono però tra pensionati residenti in Italia e quelli residenti all’estero. I pensionati residenti in Italia possono accedere al portale INPS con il proprio PIN dispositivo selezionando poi la voce servizi per il cittadino e la relativa opzione legata al modello Red o altri modelli in alternativa. Il pensionato potrà consegnare tutta la modulistica al CAF, patronato o commercialista abilitato per la trasmissione telematica.

Mentre i pensionati all’estero sono tenuti a inviare la modulistica compilata alla sede dell’INPS di riferimento oppure rivolgendosi a un patronato abilitato.

Quali sanzioni per chi non presenta il modello Red 2019

Chi non presenta il modello Red nei tempi previsti, l’INPS sospende le prestazioni collegate al reddito per 60 giorni, se il pensionato neanche nei 60 giorni successivi provvederà ad una dichiarazione tardiva le prestazioni saranno revocate per via definitiva, con recupero delle somme erogate nel corso dell’anno di riferimento della dichiarazione omessa.  Tuttavia ci si potrà ravvedere presentando la dichiarazione tardiva per evitare la revoca in tal caso la prestazione inizierà nuovamente a decorrere.

Dichiarazione dei redditi 2019: chi ha l’obbligo di presentarla e chi è esente. Ecco le novità

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.