Mutui a tassi bassissimi, ma la paura frena le stipule

-
22/04/2020

Mutui a tasso fisso mai stati così convenienti, ma l’incertezza frena le stipule e blocca il mercato immobiliare, ecco cos’è successo il primo trimestre.

Mutui a tassi bassissimi, ma la paura frena le stipule

I tassi dei nuovi mutui sono scesi ai minimi storici, in questa fase di crisi finanziaria ed economica per la pandemia da coronavirus, stipulare un mutuo è molto vantaggioso. Le politiche delle banche centrali  hanno reso più favorevole il ricorso al credito. Bisogna considerare anche che la crisi ha abbassato l’inflazione e questo ha portato i tassi ancora più bassi del normale. Un altro aspetto è che i tassi fissi, ormai, costano già in partenza. Un nuovo mutuo parte con un tasso fisso intorno allo 0,6 per cento, infatti, il 90% delle stipule di mutuo ha registrato un boom del tasso fisso.

Mutui a tasso fisso convenienti, ma la crisi frena le stipule

Anche con una convenienza evidente, le richieste di stipule non sono aumentate.

A sottolineare la situazione è anche Bussola Mutui CRIF nel primo Trimestre 2020, che espone una situazione di forte crescita dei mutui a tasso fisso, ma anche se il periodo è favorevole, le stipule sono inferiore a quelle previste.
Nel primo trimestre 2020 i prezzi al MQ degli immobili oggetto di garanzia di mutuo sono in crescita dell’1,9%  grazie a ripresa delle quotazioni degli immobili usati (+2,2%).

Subiscono una variazione negativa nel primo trimestre 2020, con un forte calo degli indici IRS,  accelera la domanda di mutui sui primi due mesi dell’anno e accentua la polarizzazione verso la scelta del tasso fisso (92% delle preferenze sul canale online).


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

L’epidemia di Covid-19 nel mese di marzo ha interrotto bruscamente le tendenze positive osservate sull’inizio dell’anno.

Questa situazione avversa potrebbe portare il settore dell’immobiliare e dei mutui a pagare pesanti tributi nel corso dei prossimi trimestri.

Sospensione rate mutuo per effetto coronavirus

In un momento così difficile, sono molte le misure previste per tutelare le imprese, i lavoratori e le famiglie. Il Decreto legge ‘Cura Italia’ ha introdotto misure specifiche a sostegno delle famiglie prevedendo per chi ne ha bisogno, la possibilità di sospendere il mutuo prima casa, finanziamenti e prestiti.