Mutuo casa con Fondo Garanzia Consap: si può richiedere con tasso fisso? Ecco la procedura

Mutuo con il Fondo Garanzia Consap è possible richiederlo con tasso fisso. Ecco le novità

Il governo con il Decreto legge Crescita, pubblicato il 30 aprile 2019 nella Gazzetta Ufficiale, ha rifinanziato il Fondo di garanzia, gestito dalla Consap per il mutuo per l’acquisto della prima casa. Il fondo garanzia Consap può essere richiesto da tutti: giovani e vecchi, ricchi e poveri, italiani e stranieri. Non ci sono né limiti di età nè di reddito per usufruirne, e neanche limiti sulla quadratura della casa.

Mutuo Consap: è possibile al 100% e a tasso fisso?

In redazione ci giungono diversi quesiti al riguardo del funzionamento del mutuo Consap, oggi vogliamo rispondere a questo nostro lettore che ci pone questa domanda:

Buongiorno sono un ragazzo che ha voglia di acquistare una casa sono del 1989 e lavoro da ben 12 anni sono censito ma ho il problema del 20% pertanto mi servirebbe il 100% per acquistare un immobile, ma NON vorrei una rata variabile con un tasso superiore al 2% è possibile?”

Mutuo Consap: che cosa ‘ e come attivare la procedura

Il mutuo Consap, come abbiamo spiegato in diversi nostri articoli, è un Fondo di Garanzia al 50% su mutui ipotecari per l’acquisto di prima casa.

Per ottenere la garanzia bisogna rispettare le seguenti condizioni: l’immobile da acquistare non sia di lusso e l’ammontare del finanziamento non superi i 250 mila euro. Il Fondo garanzia Consap non è un aiuto accessorio dello Stato, ma è solo lo Stato che interviene quando le credenziali del cliente sono giudicate dalla banca troppo fragili.

La procedura è semplice e rabida e si attiva con la presentazione alla banca della domanda che va compilata su un apposito modulo, che si può scaricare dal sito del Tesoro o da quello della Consap, e va presentata alla banca contestualmente alla richiesta di mutuo. La Consap dà il suo consenso all’autorizzazione alla garanzia o meno, entro 20 giorni, la banca ha tempo 90 giorni per perfezionare la concessione del mutuo. Il mutuo ipotecario oltre all’acquisto dell’immobile può essere anche utilizzato per la ristrutturazione e per interventi di efficienza energetica della casa.

La garanzia dello Stato consiste nel garantire sul 50% del capitale finanziato e sostituisce ogni altra garanzia. Quindi, la banca non può chiedere ulteriori garanzie oltre all’ipoteca sull’immobile. Comunque sta sempre alla banca l’ultima parola sulla concessione del mutuo, se rifiuta la concessione del mutuo e rifiuta quindi anche la garanzia

Fondo Garanzia Consap al 50%: chi può richiederlo?

Al Fondo possono accedere le seguenti categorie:

  • giovani coppie con almeno uno dei due componenti che non abbia superato i 35 anni;
  • single con figli minori;
  • giovani con età anagrafica non superiore ai 35 anni;
  • conduttori di case popolari.

Per tutte queste categorie il mutuo Consap copre il 50% della quota capitale, consentendo quindi di ottenere mutui 100% del valore dell’immobile.

Dobbiamo far presente che la garanzia viene concessa, in realtà, senza alcun limite di età o di reddito.

Fondo Garanzia Consap al 50%: le condizioni

Invece, le condizioni da rispettare sono:

  • il mutuo non può superare i 250 mila euro;
  • il richiedente non può avere ulteriore proprietà di immobili ad uso abitativo, tranne che siano stati ricevuti per successioni;
  • l’immobile si deve trovare su territorio italiano e non deve essere di lusso, quindi non può appartenere alle categorie catastali A1, A8 e A9.

Inoltre è previsto un tasso calmierato del finanziamento (TEG) non superiore al tasso effettivo globale medio (TEGM), che viene pubblicato trimestralmente sul sito del Ministero Economia e Finanza. I tassi TEGM sono conosciuti anche come tassi antiusura, infatti se un tasso per un prestito è superiore alla soglia stabilita, si considera di usura. Per il secondo trimestre 2019 sono stati pubblicati i TAGM, che saranno in vigore dal 1° aprile al 30 giugno, per i mutui ipotecari i tassi sono:

  • tasso fisso: 2,61%
  • tasso variabile 2,33%.

Risposta al nostro lettore

Il nostro lettore ha i requisiti anagrafici per poter far richiesta del mutuo con il Fondo Garanzia Consap, nel caso in cui l’immobile che è intenzionato ad acquistare non superi il valore di 250 mila euro ha la possibilità di richiedere anche un mutuo al 100%. Al riguardo invece del tasso d’interesse è a sua discrezione che tipo di tasso vuole scegliere: tra fisso e variabile, poi sarà l’istituto a cui si rivolgerà ad offrirgli il tasso più vantaggioso. Tenendo sempre presente che in base al tasso TAGM pubblicato dal MEF non possono superare per il tasso fisso la soglia del 2,61% e per il tasso variabile il 2,33%, altrimenti vengono ritenuti tassi di usura.

Alleghiamo qui l’elenco  delle banche che aderiscono al Fondo Garanzia Consap e qui il modello di domanda da presentare in banca per la richiesta.

Mutuo casa, Fondo Garanzia Consap al 50%: anche per le giovani coppie. Le novità

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.