Mutuo e Coronavirus: cosa accade in caso fallimento della banca?

-
23/03/2020

Quali sono i possibili rischi in caso di crollo bancario? Cosa accade al mutuo, si estingue?

Mutuo e Coronavirus: cosa accade in caso fallimento della banca?

In un’epoca di forte crisi sanitaria ed economica in tanti si chiedono che fine farà il mutuo nel caso si attivi la procedura di fallimento della banca. Quali sono i possibili rischi in caso di crollo bancario? La procedura del bail-in è una bolla di sapone o una possibile realtà? Una delle domande più frequenti degli ultimi giorni ruota sul fallimento della banca e, se una delle conseguenze porta all’estinzione del mutuo.

Il momento è ricco di dubbi e di perplessità il rischio di un de fault de sistema bancario è remoto, ma tuttavia, non è da escludere del tutto. La mente ci riporta al fallimento avvenuto il 15 settembre 2008 il crollo di Lehman Brothers. Parliamo di uno dei giganti finanziari degli Stati Uniti d’America. Il de fault  del collosso, allora, fu causato dalla bolla immobiliare connessa alla crisi dei prestiti. La Lehman Brothers inciampò nei mutui subprime, ossia concedeva dei mutui anche a persone prive di alcuna garanzia di solvibilità. Il carico delle perdite fu ingente, tanto che la società in questione fu costretta a dichiarare un crac finanziario.

Mutuo e Coronavirus: quanto è possibile un fallimento bancario?

La paura dei correntisti ruota sulla possibile perdita dei risparmi, tuttavia si può stare tranquilli poiché lo Stato preme nello schivare il fallimento bancario. L’Esecutivo per controllare la pressione dovuta all’incremento della spesa pubblica punzecchia gli intermediari finanziari e gli incassi derivanti dai Bot.


Leggi anche: Whatsapp: ecco come nascondere l’immagine del proprio profilo a uno o più contatti

In sintesi, lo Stato non ha interesse che si verifichi un crac del sistema bancario e, prima che possa innescarsi un possibile o probabile crollo bancario, agisce con la somministrazione di prestiti che fungono da supporto e, con la concessione di garanzie per sostenere la struttura bancaria.

Detto questo è chiaro che nell’ipotesi remota che la banca fallisca si innesca il procedimento che porta alla liquidazione coatta amministrativa per arginare le perdite. Nell’ipotesi che si verifichi questa circostanza, subentra la figura del commissario liquidatore che si occuperà amministrare l’insolvenza effettuando l’operazione che porta alla liquidazione degli attivi bancari. Un’operazione che salvaguardia i risparmi e i conti correnti.

Mutuo e Coronavirus: si estingue con il fallimento della banca?

È estremamente difficile che una banca dichiari bancarotta, prima di giungere al capolinea si innescano determinate operazioni che portano alla salvezza. In linea generale, si attivano una serie di funzioni o accorpamenti che schivano l’operazione che porta al bail-in. Tuttavia, una banca con l’acquisizione di altro istituto di credito, ottiene il pacchetto completo crediti e debiti. Cosa succede ai mutui? Il mutuo contratto con la banca prossima al fallimento viene acquisito dalla nuova banca. L’intestatario del mutuo dovrà continuare a pagare regolarmente le rate, cambia solo l’intestazione dell’istituto di credito.

Cambiano le norme stipulate nel contratto di mutuo? No, tutti gli accordi sottoscritti con la banca precedente restano immutati. Tuttavia, il mutuatario non potrà eseguire un’operazione di surroga, che porta al trasferimento del mutuo presso un altro istituto di credito.


Potrebbe interessarti: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari