Navigator: ecco il bando per la società che selezionerà i 60 mila candidati previsti

L’Anpal ha pubblicato il bando di gara per la selezione della società che provvederà ad organizzare il concorso per l’assunzione di 6.000 navigator. Ecco tutti i particolari

Si attende a breve la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del bando di concorso per navigator, che avrà il compito di aiutare i destinatari del reddito di cittadinanza nella ricerca di un lavoro.

Si prevede l’assunzione di 10.000 navigator di cui 6.000 a cura dell’Anpal, Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro e gli altri 4.000 a cura delle regioni.

È stato pubblicato il bando per determinare la società di servizi che aiuterà l’Anpal per l’assunzione di 6.000 navigator. Ma sono attesi oltre 60 mila candidati per la prova selettiva per diventare navigator, la figura che introduce il reddito di cittadinanza per aiutare i beneficiari a trovare lavoro. Nel bando di “Affidamento servizi per selezione pubblica”, si legge che l’appalto “ha ad oggetto l’affidamento del servizio di predisposizione test, organizzazione, gestione e realizzazione della prova scritta per la selezione pubblica per il conferimento di incarichi di collaborazione a supporto dell’organizzazione e dell’avvio del Reddito di cittadinanza”.

L’importo a base d’asta è di 180 mila euro. Le offerte dovranno pervenire entro il 25 marzo, e le aziende interessate possono richiedere chiarimenti entro il 18 marzo.

Navigator: la prova selettiva

La prova di selezione consiste in un test a risposta multipla composto da un massimo di 100 quesiti su 10 materie, ognuna per un decimo. Gli argomenti sono: quesiti di cultura generale, quesiti psicoattitudinali, quesiti di logica, quesiti di informatica, quesiti sui modelli e gli strumenti di intervento di politica del lavoro, quesiti sul reddito di cittadinanza, quesiti sulla disciplina dei contratti di lavoro, quesiti sul sistema di istruzione e formazione, quesiti sulla regolamentazione del mercato del lavoro, quesiti su economia aziendale.

L’azienda che verrà prescelta dovrà provvedere all’organizzazione, alla pianificazione generale e alla realizzazione delle fasi delle prove. Inoltre dovrà progettare e predisporre la base dati di 1.500 test, al riguardo delle materie oggetto dell’esame. La preparazione dei quesiti e le relative risposte dovranno essere di un livello culturale universitario.

Il test ideato e il suo risultato dovrà essere consegnato all’Anpal Sevizi S.p.A. per la sua approvazione entro 20 giorni dalla stipula del contratto.

Il test verrà in 3 o 6 giorni, in più fasi giornaliere nei locali predisposti dall’Anpal Servizi S.p.A. in Roma. I test di seguito verranno corretti delle singole sessioni alla presenza dei componenti della Commissione di Vigilanza e di cinque candidati.

I requisiti per diventare navigator

Requisito fondamentale per accedere al concorso per navigator è il titolo di studio: laurea magistrale con un ottimo voto. I candidati quindi per accedere al ruolo previsto dalla legge, dovranno essere in possesso di una laurea magistrale, cioè laurea universitaria di 5 anni. I corsi di laurea richiesti non sono ancora ufficiali ma sicuramente saranno ammessi i corsi di Giurisprudenza, Economia, Scienze politiche, Statistica e Scienze della formazione. Mentre sono ancora in dubbio ancora Filosofia e Sociologia.

Ciò che non è previsto è la prova orale, in quanto nel bando non si parla di colloqui, una scelta legata probabilmente ai tempi brevi di arruolamento dei navigator. Un altro vincolo ancora da chiarire è il voto di laurea, non si sa ancora se mettere un paletto sul voto minimo, quindi 100 come voto minimo per passare alla selezione o ammettere i primi 60.000 candidati con il voto più alti. Anche l’età influisce sulla scelta del navigator, infatti a parità di votazione finale dopo i test sarà scelto il candidato con meno anni.  Il limite massimo per poter partecipare al bando dovrebbe essere di 55 anni.

Il contratto di assunzione dovrebbe essere di collaborazione per una durata di due anni e il compenso si aggirerà intorno a 30.000 euro l’anno.

Navigator: una nuova figura professionale. Ecco quando presentare domanda

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.