Nove settimane di cassa integrazione anche nelle aziende con un solo dipendente, le novità

-
19/03/2020

Cassa integrazione di nove settimane dal 23 febbraio al 31 agosto anche per le aziende con un solo dipendente, le novità previste nel decreto “Cura Italia”.

Nove settimane di cassa integrazione anche nelle aziende con un solo dipendente, le novità

Nove settimane di cassa integrazione per tutti le aziende anche con un solo dipendente ovunque in Italia. Pubblicato in G.U. il decreto “cura Italia” con la specifica di chi può accedere al beneficio

Cassa integrazione: aziende beneficiarie

Possono accedere alla cassa integrazione per emergenza coronavirus di 9 settimane, le aziende destinatarie di ammortizzatori sociali con una clausola ad hoc “Covid-19”. Questa misura sarà semplificata senza oneri, non è previsto il pagamento del contributo addizionale e copre i periodi di sospensione e riduzione dal 23 febbraio al 31 agosto per un totale di nove settimane, stanziati fondi per 5miliardi di euro.

Clausola ad hoc: “Covid-19”

La novità è legata alla clausola specifica “Covid-19” per l’emergenza. Tutte le aziende che sono costrette a bloccare o ridurre l’attività per l’emergenza coronavirus possono richiedere la cigo o l’assegno ordinario ai fondi di solidarietà, compreso il Fsi Inps (aziende che hanno una forza lavoro con più di cinque dipendenti). Il periodo dovrà essere compreso dal 23 febbraio al 31 agosto considerando le nove settimane e non oltre.

La procedura semplificata libera da vincoli e limiti, si potrà effettuare in via telematica. La domanda dovrà essere presentata entro la fine del quarto mese successivo a quello di inizio della riduzione o sospensione dell’attività lavorativa.

Per l’assegno ordinario al Fis esiste il vincolo della modalità di pagamento diretto da parte dell’Inps.

I beneficiari della cigo sono i lavoratori dipendenti risultati al 23 febbraio, non si tiene conto del requisito di anzianità.

Aziende in cigs o in Fis

Le aziende che al 23 febbraio hanno in corso periodi di Cigs, il decreto consente di fare domanda per la nuova cigo sempre per nove settimane. La domanda può essere anche per gli stessi lavoratori che già sono in Cigs a zero ore. Lo stesso vale per i datori di lavoro iscritti al Fis.


Leggi anche: Nove settimane di cassa integrazione, troppe regole conviene attendere

Cassa integrazione per tutti i datori di lavoro

La novità della cigo riguarda: tutti i datori di lavoro del settore privato anche con un solo dipendente, sono inclusi  quelli della pesca, agricoli, enti religiosi, la sola esclusione è prevista per il lavoro domestico.

Consiglio di leggere: Coronavirus: decreto ‘Cura Italia’, testo ufficiale (pdf)