Novità modello Redditi PF 2020 per figli a carico, spese di istruzione, lezioni private e ripetizioni e non solo

-
05/02/2020

Novità modello Redditi Persone fisiche 2020, su: figli fino ai 24 anni; spese di istruzione; pace contributiva; impatriati, lezioni private e ripetizioni…

Novità modello Redditi PF 2020 per figli a carico, spese di istruzione, lezioni private e ripetizioni e non solo

Importanti novità del modello Redditi Persone fisiche 2020 approvato con il provvedimento numero 27759/2020, su: figli fino ai 24 anni; spese di istruzione; colonnine elettriche; pace contributiva; impatriati, lezioni private e ripetizioni; analizziamole in breve.

Deduzione figli fino a 24 anni

Per l’anno 2019 i figli con un’età anagrafica non superiore a 24 anni sono considerati a carico se hanno un reddito compressivo, non superiore a euro 4.000 (al lordo degli oneri deducibili); a differenza degli altri familiare che il limite di reddito è rimasto invariato a euro 2.840,51.  Per i figli non superiore ai 24 anni bisognerà compilare il Quadro RP (dedicato alla deduzione dei contributi per previdenza complementare)  indicando il codice 2.

Sconto fiscale sulle spese di istruzione

Dal 1° gennaio 2019, la detrazione del 19 per cento all’Irpef, per le spese di frequenza: asili; scuole elementari, medie e superiore (anche per istituti non sono statali, ma anche paritari o privati), l’importo detraibile è di euro 800 per singolo alunno o studente, con uno sconto fiscale per singolo figlio a 152 euro a fronte dei 149 degli anni precedenti.

Colonnine elettriche

Le persone fisiche devono indicare nel rigo RP56 del modello Redditi PF 2020 (codice 2), le spese, di ammontare complessivo non superiore a euro 3.000, sostenute nel periodo dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2019; va ricordato che il bonus ha scadenza fine 2021 e prevede: acquisto e posa in opera di infrastrutture di ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica, anche su parti comuni degli edifici condominiali.


Leggi anche: Pensione di reversibilità e convivenza: indispensabile l’unione civile

I pagamento devono essere effettuati con bonifico bancario/posale oppure con sistemi tracciabili.

La detrazione per questa tipologia di spese ai fini Irpef o Ires è del 50% da ripartire in dieci anni a quote costanti e di uguale importo.

Detrazione del 50% sulla pace contributiva

Nella dichiarazione dei Redditi PF la pace contributiva (coloro che al 31 dicembre 1995 non avevano un’anzianità contributiva) va inserita nel rigo RP56, con il codice 1, deve essere indicata la detrazione del 50% per i pagamenti effettuati nel 2019 per il riscatto dei periodi non coperti da contribuzione. La detrazione dovrà essere ripartita in cinque anni in quote costanti di uguale importo.

Casi particolari: Impatriati

Le novità riguardano anche i contribuenti che hanno trasferito la residenza in Italia “impatriati” dal 30 aprile 2019. Nello specifico nella casella “Casi particolari” della sezione I del quadro RC sono stati previsti appositi codici (6, 8 e 9). Ai fini della tassazione del loro reddito di lavoro dipendente nella misura del 30%, del 10% se trasferiti in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sardegna e Sicilia ovvero del 50% se sono sportivi professionisti.

Lezioni private e ripetizione: con imposta sostitutiva del 15%

Nei righi RM32 e RM33 sono dedicati alla nuova imposta sostitutiva del 15 per cento dovuta dal 1° gennaio 2019 sul reddito derivante dai compensi dell’attività di lezioni private e ripetizioni, svolta dai docenti titolari di cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado. Nel rigo RL15, colonna 1 (codice 6) saranno indicati i compensi per attività di lezioni private e ripetizioni, occasionale nel caso di opzione per la tassazione ordinaria.

Modelli 730 e Certificazione Unica, cosa cambia nella dichiarazione dei redditi 2020?