Novità pensione Quota 100, decreto a gennaio, uscita ad aprile 2019

-
26/12/2018

Pensione Quota 100, il decreto a gennaio e le prime uscite dal lavoro ad aprile 2019, con varie finestre, ecco tutte le ultime novità.

Novità pensione Quota 100, decreto a gennaio, uscita ad aprile 2019

Salve gradire sapere quando fare domanda quota 100, ho 41.7 di contributi  nato il 1956 e sono precoce la domanda da quando si può fare se il decreto e dal 28/12/2018 mancheranno i moduli e l’ufficialità del decreto da quando si percepisce l’assegno a partire da… Grazie e saluti

Pensione Quota 100: decreto e requisiti

La pensione Quota 100, sarà disciplinata da un apposito decreto, che dalle ultime indiscrezione, uscirà tra il 10 e il 12 gennaio 2019. I requisiti per la nuova misura pensionistica, prevedono che chi ha maturato entro il 31 dicembre 2018  62 anni di età e 38 anni di contributi, potrà lasciare il lavoro a partire dal 1° aprile 2019. Saranno previste quattro finestre di uscite, una ogni trimestre, la prima scatta il 1° aprile 2019. Per i dipendenti pubblici, le finestre di uscita saranno due, una ogni sei mesi, si presuppone che sarà il 1° ottobre 2019.

Divieto di cumulo e clausole di garanzia per Quota 100

Previsto il divieto di cumulo reddito/pensione, oltre i cinquemila euro annui sino al perfezionamento dell’età pensionabile di 67 anni. Sono previste clausole di garanzia, per contenere i costi nel caso di domande superiori al previsto, con finestre di uscita che da tre mesi potrebbero raddoppiare a sei, solo se si rendesse necessario.

Conclusioni

Appena sarà pronto il decreto, l’Inps potrà elaborare la nuova procedura con moduli e istruzioni, solo allora sapremo tempi e modalità precise. La pensione Quota 100 non prevede agevolazioni per i precoci, possono fare domande tutti i lavoratori che hanno maturato entrambi i requisiti richiesti.

Leggi anche: Pensioni, presentare domanda del blocco dei 5 mesi (legge Fornero), le istruzioni Inps


Leggi anche: Dolci tipici di Natale regione per regione vediamo quali sono

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio