Opzione donna con 35 anni di contributi maturati nel 2020, è possibile?

-
06/02/2019

Il requisito contributivo di 35 anni per accedere all’opzione donna deve essere stato raggiunto al 31 dicembre 2018.

Opzione donna con 35 anni di contributi maturati nel 2020, è possibile?

Buongiorno, sono nata il 13 marzo 1961 e ho iniziato a lavorare ad 
aprile 1985. Posso sperare di poter usufruire dell’opzione donna al 
compimento dei 35 anni di servizio l’anno prossimo? Sono una dipendente 
statale.

Purtroppo devo risponderle di no. Nel decreto 4/2019 del 29 gennaio sono riportate le condizioni di accesso alla proroga dell’Opzione donna e si afferma che “Il diritto al trattamento pensionistico anticipato è riconosciuto, secondo le regole di calcolo del sistema contributivo previste dal decreto legislativo del 30 aprile 1997, n.180, nei confronti delle lavoratrici che entro il 31 dicembre 2018 hanno maturato un’anzianità contributiva pari o superiore a trentacinque anni e un’età pari o superiore a 58 anni per le lavoratrici dipendenti e a 59 anni per le lavoratrici autonome. Il predetto requisito di età anagrafica non è adeguato, agli incrementi alla speranza di vita di cui all’articolo 12 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, e successive modificazioni.”.

In pratica, quindi, possono fruire dell’opzione donna solo le lavoratrici che hanno raggiunto il requisito contributivo richiesto di 35 anni prima del 1 gennaio 2019 anche se l’età anagrafica necessaria viene raggiunta in seguito.

Nel suo caso, però, il requisito contributivo di 35 anni non è posseduto al 31 dicembre 2018 e, anzi, deve essere perfezionato addirittura nel 2020.