Opzione donna, per molte ma non per tutte

L’opzione donna permette l’accesso solo a chi ha perfezionato età anagrafica e contributi entro il 31 dicembre 2018, ma ci sono delle alternative, vediamo quali.

Io sono nata a luglio nel 1961 quest’anno faccio i 58 anni ho 40 di contributi posso richiedere opzione donna? Faccio la coll. Scolastica grazie attendo risposta

La circolare numero 11 del 29 gennaio 2019 dell’INPS chiarisce che “L’articolo 16 del decreto-legge in oggetto prevede che le lavoratrici che hanno maturato, entro il 31 dicembre 2018, un’anzianità contributiva minima di 35 anni e un’età anagrafica minima di 58 anni se lavoratrici dipendenti, e di 59 anni se lavoratrici autonome, possono accedere alla pensione anticipata secondo le regole di calcolo del sistema contributivo previste dal decreto legislativo del 30 aprile 1997, n. 180.”.

Purtroppo, quindi, sia il requisito contributivo dei 35 anni che l’età anagrafica dei 58 anni, per poter accedere al regime sperimentale opzione donna, devono essere stati perfezionati entro il 31 dicembre 2018.

Alternative possibili

Per lei, però la cosa non è così grave, poichè avendo 40 anni di contributi arrivando a 41 anni e 10 mesi di contributi potrà accedere alla pensione con l’anticipata con requisiti Fornero.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.