Gli over 75 possono guidare? Fino a che età si può rinnovare la patente di guida?

Il rinnovo della patente di guida è una procedura che tocca prima o poi a tutti gli automobilisti. Ecco perché è importante sapere se si sta circolando con il documento di guida scaduto.

In questo articolo tratteremo del rinnovo della patente di guida per gli over 75. Le scadenze del rinnovo del documento dovrebbero oscillare in relazione all’età dell’automobilista. La legge prevede che raggiunta la soglia dei 50 anni di età è necessario adoperarsi al rinnovo della patente di guida da effettuarsi circa ogni 10 anni. Oltrepassata la soglia dei 50 anni, cioè partendo dai 51 anni di età la patente di guida va rinnovata in modo più frequente. Un provvedimento che dovrebbe garantire una maggiore sicurezza stradale.

Qual è il limite di età per il rinnovo patente nel 2018?

Sostanzialmente, possiamo affermare che non viene indicato un vero limite d’età, in cui si concluda un ciclo per cui mettersi alla guida di una vettura, non solo si diventa dei “fuorilegge”, ma si rischia sia la propria incolumità che quella degli altri.  

La certezza del limite dell’età non dovrebbe in linea teorica sussistere, bensì, la legge prevede il rinnovo per la validità della patente B, cioè parliamo del rinnovo necessario per ottenere il titolo di abilitazione alla guida. L’idoneità alla guida viene rilasciata attraverso una visita medica che il patentato deve effettuare per poter confermare lo stato d’idoneità fisica e mentale, necessario per poter svolgere le funzioni di guidatore e ottenere il titolo abilitante alla guida della propria vettura.

Un anziano quando deve rinnovare la patente di guida?

Secondo quanto riportato dal Ministero Infrastrutture e dei Trasporti, la normativa attuale prevede 3 fasce di età, in cui il documento va rinnovato seguendo delle scadenze ben precise, quali:

  1. gli automobilisti che hanno un’età compresa tra i 50 e i 70 anni devono effettuare il rinnovo del documento di guida ogni 5 anni;
  2. I conducenti che hanno un’età compresa tra i 70 e gli 80 anni devono effettuare il rinnovo del documento di guida ogni 3 anni;
  3. I patentati che hanno un’età superiore agli 80 anni devono effettuare il rinnovo del documento di guida ogni 2 anni.

Come rinnovare la patente di guida B per gli over 75?

Gli anziani che devono rinnovare il documento di guida devono effettuare un classico rinnovo patente tipo standard. Le fasi sono 3, il rinnovo può avvenire attraverso la Motorizzazione Civile, una delegazione ACI oppure utilizzando i servizi di un’autoscuola abilitata al rilascio dei documenti.

Prima di decidere dove andare è necessario procedere con la prenotazione della visita medica specialistica idonea al rinnovo della patente. Durante la seduta il medico dovrà accertare che il “patentato” abbia tutti i requisiti psichici e fisici necessari per poter guidare.

Acclarato il discorso che la patente di guida va rinnovata in relazione all’apposita scadenza, il conducente che deve procedere con il rinnovo del documento può effettuare la pratica in modo tempestivo, avviando la procedura anche 4 mesi prima della data prevista per la scadenza. La pratica può essere gestita in 4 modi, come:

  1. conferendo mandato a una autoscuola per rinnovo della patente;
  2. avanzando la richiesta della pratica presso una delegazione dell’Automobile Club d’Italia(ACI);
  3. presentando la richiesta presso la Motorizzazione Civile;
  4. presentando la pratica all’ASL di competenza.

Quanto costa rinnovare la patente B?

Il rilascio del rinnovo della patente di guida è dovuto se sussiste l’idoneità alla guida rilasciata in seguito alla visita medica specialistica.

Il conducente prima di procedere con la prenotazione presso un centro medico abilitato deve effettuare una serie di pagamenti e predisporre dei documenti, quali:

  1. il costo del pagamento della visita medica abilitata al rilascio del documento di guida non è un importo fisso, ma muta in relazione alla categoria della patente;
  2. attestato di versamento dell’importo di € 10,20 sull’apposito c/c 9001, intestato al Dipartimento dei Trasporti Terrestri del ministero dei Trasporti, apponendo la causale: rinnovo patente;
  3. attestato di versamento dell’importo di €16,00 sull’apposito c/c 4028 per il pagamento dei diritti di bollo;
  4. copia del documento d’identità;
  5. copia della patente da rinnovare;
  6. due fototessera;
  7. 1 copia del codice fiscale, oppure una copia della tessera sanitaria in corso di validità.

Considerato che l’automobilista può avvalersi di due procedure, si troverà di fronte a una variazione di prezzi. Infatti, se si avvia la procedura presso un ASL di competenza, il costo totale per il rinnovo della patente B non dovrebbe superare i 90 euro. Viceversa, se conferisce mandato a una agenzia di autoscuola abilitata, di certo il costo potrebbe essere superiore ai 130 euro.

Avuto l’ok dalla visita specialistica per il rinnovo del documento di guida, il medico si appresta a rilasciare al conducente una ricevuta che attesti la validità della patente in corso. In seguito, dopo circa 60 giorni la nuova patente sarà spedita con assicurata dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti al domicilio dichiarato dall’automobilista. Il costo per il ritiro dell’assicurata è di circa 6,80 euro.

 

Leggi anche:

Agevolazioni Fiscali Per Le Persone Con Disabilità, Tutte Le Novità

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein