Pace contributiva: detrazione al 50% e in 60 rate, modulo domanda AP135

Pace contributiva: detrazione al 50% e in 60 rate, l’Inps ha pubblicato il modulo per poter fare domanda AP135, le ultime news.

Pace contributiva, l’Inps ha pubblicato il modello AP135 per il riscatto dei contributi non versati nel settore privato. La domanda può essere presentata anche dal datore di lavoro, oltre che dall’interessato e dai suoi parenti o affini.

Pace contributiva in 60 rate e detrazione al 50%

Si applicano gli stessi criteri del riscatto della laurea, applicando l’aliquota contributiva vigente al reddito
meno remoto rispetto alla domanda; l’importo può essere versato in 60 rate mensili e l’onere del riscatto
è detraibile al 50%. Pronto un emendamento che prevede l’estensione in 120 rate mensili, a giorni si saprà l’approvazione.

Pace contributiva nel triennio 2019 – 2021

La misura sarà valida per il triennio 2019-2021, con la possibilità di coprire 5 anni di contributi non versati. Potranno aderire alla pace contributiva: i dipendenti pubblici e privati, agli iscritti alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi e alla gestione separata.

Un limite inserito, consiste che i lavoratori non devono avere anzianità contributiva al 31 dicembre 1995.

Non possono aderire alla pace contributiva coloro che già percepiscono già una pensione.

Pace contributiva quali periodi sono riscattabili

Sono riscattabili i periodi per cui non sussiste l’obbligo contributivo, non coperti da contribuzione, il periodo deve essere compreso tra la data di prima iscrizione all’istituto previdenziale e quella dell’ultimo contributo accreditato.

Il riscatto contributivo non può superare più di cinque anni non consecutivi.

Pace contributiva: il costo del riscatto

L’articolo 2 comma 5 dlgs 184/1997, regola il costo del riscatto, in effetti si applica l’aliquota contributiva prevista dal regime presso il quale si esercita il riscatto agli ultimi 12 mesi di retribuzione. L’agevolazione consiste in una detrazione al 50%, che viene ripartita in cinque quote annuali di pari importo.

Come sopra indicato la pace contributiva può essere pagata in un unico pagamento o con un pagamento dilazionato in 60 rate mensili, secondo le ultime novità. Se il riscatto viene effettuato per l’immediata liquidazione della pensione, o nel caso di accoglimento di una domanda di versamento di contributi volontari, in questi casi la rateizzazione non è possibile.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”